Tu sei qui

SBK, WUP: Sykes poi le Aprilia, Biaggi 7º

Il poleman precede Torres e Haslam. Davies risale, 4º. Mini-simulazione per il Corsaro

Dopo aver conquistato ieri la ventottesima pole position della carriera, Tom Sykes ha rinforzato la propria candidatura al ruolo di protagonista in gara conquistando il WUP con un tempo di 2'04.616.

La grande incognita in vista delle due manche (ore 7.30 e 10.30 italiane) resta il degrado delle gomme. Nonostante le temperature dell’asfalto tutt’altro che estreme (36 gradi), i riferimenti di Sykes – come del resto dei primi della classe – si sono alzati di mezzo secondo dopo cinque giri.

Alle spalle del britannico ci sono le Aprilia ufficiali affidate a Jordi Torres (+0.239) e Leon Haslam (+0.259), seguite dalla Ducati di Chaz Davies (+0.590), che ha dato segnali incoraggianti girando circa mezzo secondo più veloce di ieri in assetto da gara.

Quinto tempo per il leader in classifica Jonathan Rea (+0.773), che dovrà rimontare dalla settima posizione in griglia nell’improbabile (ma non impossibile) tentativo di sigillare il titolo già in Malesia.

In sesta posizione (+1.041), Randy De Puniet ha preceduto di misura Max Biaggi. Il romano, autore del quarto tempo in Superpole ieri, ha inanellato sei tornate consecutive, con un miglior tempo di 2’05.753.

Chiudono la Top Ten Sylvain Guintoli (+1.475), Alex Lowes (+1.637), e David Salom (+1.669). Gli altri italiani: dodicesimo Niccolò Canepa, quattordicesimo Matteo Baiocco, diciottesimo Gianluca Vizziello.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti