Tu sei qui

SBK, Torres: Biaggi non mi ha insegnato nulla

"Fra me e Max c'è un muro". Delude Haslam (8°): "problemi inaspettati nel pomeriggio"

Torres: Biaggi non mi ha insegnato nulla

Jordi Torres è stata la più bella sorpresa per Aprilia a Sepang, ha mostrato i muscoli nelle libere e non ha sbagliato in qualifica, portandosi al secondo posto e regalando la prima fila a Noale. Che la RSV4 in Malesia sarebbe stata competitiva era certo e Jordi ha sfruttato al meglio l’occasione.

Potrebbe avere giocato anche il ‘fattore Biaggi’ per fare da stimolo ai due piloti ufficiale anche se Torres sfata questa ipotesi. “Cosa mi ha insegnato Max qui? Praticamente nulla,  fra noi due c’è un muro e non ho accesso ai suoi dati”, dice senza troppo risentimento visto anche le prestazioni.

Domani, in gara, potrà puntare in alto.

Al mattino siamo andati molto bene e abbiamo lavorato sulla mia RSV4 con la gomma da gara perché temiamo molto l’usura che è l’aspetto dove dobbiamo progredire ancora e sfrutteremo anche il warm up per migliorare - spiega lo spagnolo - Con la gomma di qualifica ora mi sento molto meglio grazie all’esperienza e in Superpole abbiamo spinto forte, forse mi è mancata un po’ di cattiveria per fare ancora meglio. Ora aspettiamo le gare di domani, parto da un’ottima posizione e speriamo di fare bene”.

Ha deluso invece Leon Haslam, che non è andato oltre l’ottavo posto. Il britannico era partito bene in questo fine settimana ma poi si è perso. Soprattutto, in Superpole non è riuscito a sfruttare la gomma da tempo perdendo posizioni sullo schieramento.

Questa mattina è andato tutto molto bene, ma purtroppo nel pomeriggio, sia nelle ultime libere sia in Superpole sono emersi alcuni problemi che stiamo valutando - la versione di Leon - Dobbiamo migliorare qualcosa sul passo di gara, ma soprattutto ritrovare il feeling che avevo questa mattina con la mia moto. Se ci riusciremo domani potremo fare due grandi gare”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti