Tu sei qui

Davies: più caldo e meno velocità

La Ducati soffre a Sepang: "perdiamo grip, l'elettronica lavora di più e questo mi penalizza"

A Chaz Davies l’onere e l’onore di portare in pista i colori ufficiali Ducati a Sepang, dopo il forfait di Giugliano. Sulla pista malese le cose si stanno rivelando più complicate del previsto, anche se il britannico è riuscito a conquistare la seconda fila (6° posto) nella Superpole.

Il nemico più grande della Panigale sembra essere il caldo, quando le temperature salgono scompare l’aderenza al posteriore, l’elettronica è costretta a intervenire maggiormente e la velocità per forza di cose diminuisce. Gli uomini in rosso oggi hanno lavorato proprio su questo aspetto, dovendo fare anche con qualche imprevisto, come un’innocua scivolata di Chaz nell’ultimo turno di libere che ha fatto perdere tempo prezioso.

L’obiettivo è quello di lavorare ancora in vista della gara per cercare di minimizzare i problemi.

Dopo la giornata positiva di ieri, oggi abbiamo avuto più difficoltà e non conosciamo esattamente il motivo - rivela Davies - Ammetto che non ho fatto il massimo con la gomma da qualifica in Superpole, ma non avevo un buon feeling con la moto ed era quindi molto difficile fare meglio. Quando si alza la temperatura dell’asfalto sembra che non si riesca a trovare il grip necessario, l’elettronica fa di tutto per darmi più aderenza, ma questo alla fine mi penalizza per quanto riguarda la velocità e l’accelerazione in uscita dalle curve. Domani saranno due gare molto difficili, ma continueremo a lavorare e cercheremo di migliorare qualcosina stasera e domattina nel warm up”.

Articoli che potrebbero interessarti