Tu sei qui

SBK, FP2: Pista umida, 1º Davies ma Biaggi resta in vetta

Il ducatista il più veloce nella FP2 dopo la pioggia, Kawasaki ai box, il Corsaro 1º nella combinata

La temuta pioggia si è abbattuta violentemente sul circuito di Sepang a poco meno di un’ora dall’inizio della FP2 e, nonostante le note qualità drenanti dell’asfalto malese, ha rovinato i piani pomeridiani dei piloti della SBK. Con pista “chiazzata”, è stato di fatto impossibile portare avanti la ricerca degli assetti, da asciutto o da bagnato. Molti piloti sono rimasti per la maggior parte del tempo ai box, ed i restanti sono usciti con gomme da pioggia per poi montare le slick soltanto sul finale di turno, negli ultimi cinque minuti a disposizione, girando comunque con tempi – nei migliori dei casi – dagli otto ai dieci secondi più lenti che al mattino.

In altre parole, nessuno è riuscito a migliorare i propri riferimenti rispetto alla FP1, con Max Biaggi che in testa alla combinata con un 2’04.823. In questo senso, si può dire che il meteo paradossalmente abbia dato una mano al Corsaro – dopo avergli rovinato il programma nei test della scorsa settimana, dove comunque ha potuto sfruttare una giornata di prove sull’asciutto – togliendo di fatto un turno agli avversari.

Chaz Davies, secondo a +0.149, è stato il più veloce al pomeriggio con un 2'11.300. Il gallese ha preceduto nell’assalto finale Alex Lowes (+0.725) e Leon Haslam (+1.287), mentre Leandro Mercado, Michael Vd Mark e Ayrton Badovini seguono a circa quattro secondi di distacco. Ai box le Kawasaki ufficiali di Rea e Sykes.

Max Biaggi invece è stato tra i primi ad avventurarsi in pista, effettuando soltanto tre giri prima di chiudere anzitempo i battenti, evitando rischi inutili. Tra i piloti in pista con gomme rain, il romano ha chiuso alle spalle di Matteo Baiocco e Sylvain Guintoli, in nona posizione assoluta.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti