Tu sei qui

MotoGP, Stefan Bradl, Forward addio, me ne vado

Il pilota tedesco ha risolto il suo contratto ed ora tratta con Aprilia per finire la stagione

Come era prevedibile Stefan Bradl ha risolto il contratto che lo legava al team Forward per mancato adempimento della controparte. Una decisione unilaterale presa dal pilota tedesco, e annunciata da Speedweek,, dovuta non solo secondo le informazioni in nostro possesso alle le recenti disavventure della squadra italo-elvetica che rischia ormai la dissoluzione dopo l'arresto del proprietario del team, Giovanni Cuzari. Nei giorni scorsi infatti anche del capo dell'ufficio finanziario della società Media Action, facente capo sempre a Cuzari, Mario Rezzi è stato arrestato.

Il team Forward-Yamaha aveva peraltro annunciato nei giorni scorsi la rinuncia al Gran Premio di Indianapolis sollevando dubbi anche sul successivo GP della Repubblica Ceca a Brno.

Non c'è stato bisogno dunque di una trattativa, come ci anticipava il team manager Marco Curioni, perché la situazione era tale da permettere al pilota di svincolarsi. Ciò significa, peraltro, che le obbligazioni economiche del team Forward nei confronti di Bradl permangono.

Sono stati mesi duri questi per l'ex campione del mondo della Moto2. Dopo la frattura dello scafoide causata dalla caduta di Assen, operata dal Dottor Stefan Krischak con una vite di Herbert, Bradl è stato costretto a saltare il Gran Premio di casa al Sachsenring ma una recente visita ha confermato che il pilota sarebbe pronto a tornare in sella.

E' stato il desiderio di tornare a correre il prima possibile a spingere Stefan Bradl a terminare il suo contratto con Forward. Informata della decisione Dorna ed Irta, infatti, Stefan può ora iniziare a negoziare privatamente non solo il 2016, ma addirittura la seconda metà del campionato con altre squadre.

Nel mirino del figlio d'arte c'è l'Aprilia, ed in questo caso Bradl sostituirebbe Michael Laverty. Negli ultimi mesi c'erano però stati anche contatti con il team Pramac, al quale però per il 2016 si sono offerti già diversi piloti.



Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti