Tu sei qui

SBK, Sepang: Rea-Sykes, duello da titolo

Il nordirlandese ha il primo match point, ma il compagno di squadra è in crescita

Nonostante sia reduce dal suo “peggior” weekend dell’anno – due volte terzo a Laguna Seca alle spalle del compagno Tom Sykes – Jonathan Rea avrà a Sepang il suo primo match point per il titolo iridato della SBK. Non sarà facile perché, con 125 punti di vantaggio dovrebbe guadagnarne almeno altri 25 per sigillare il titolo con tre gare d’anticipo, ma il nordirlandese si è già lasciato alle spalle la battuta d’arresto.

“Mi piacciono molto le gare overseas e, anche se lo scorso anno ho faticato a Sepang, sembra che la pista sia molto adatta alla Kawasaki – ha detto – Mi aspetto condizioni estreme, con grande caldo e la possibilità di temporali, quindi dovremo saper reagire di conseguenza. A Laguna, una pista fluida e stretta, con poche staccate violente, non sono riuscito ad utilizzare la mia gomma anteriore preferita (la dura, ndr). Avevo un buon passo, ma non ero a mio agio. Spero di poter tornare al mio stile più congeniale in Malesia, dove le temperature dell’asfalto saranno sicuramente più alte e potrò contare su diverse frenate forti”.

Sykes, dal canto suo, vuole tenere aperti i giochi il più a lungo possibile. Anche perché, oltre a tenere d’occhio Rea, deve guardarsi le spalle da Chaz Davies.

“Adoro correre ha Sepang, mi piacciono sia la pista che le condizioni meteo – ha dichiarato – I riferimenti non sono chiari come altrove, a volte vuoi usare tutta la pista, altre ti conviene fare meno strada. È molto tecnica. È una gara unica e piuttosto difficile, e per questo interessante. L’anno scorso ho avuto ottime sensazioni, e voglio ripartire da quelle. Ho trovato gradualmente il giusto feeling con il nuovo regolamento e voglio continuare il momento positivo dopo Laguna”.



Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti