Tu sei qui

CIV, Imola: prove di forza per Calia e Bezzecchi

Gara 1– Kalia si impone su Tamburini in volata, Marco Bezzecchi fa il vuoto in Moto3

CIV, Imola: prove di forza per Calia e Bezzecchi

Vittorie perentorie sull’infuocata Imola oggi per i vari protagonisti nella sesta gara della stagione de CIV. In SBK dopo una fuga di 15 giri, è la coppia Tamburini Calia a giocarsi il primo posto con quest’ultimo, wild card sull’Aprilia RSV4 RF che riesce ad arginare l’attacco nel  finale del forte pilota BMW. Errore per il dominatore Michele Pirro che scivola nelle prime battute. In Moto3 gara senza storia per Marco Bezzecchi, che dopo la partenza dalla pole si invola a conquistare una vittoria che gli consente di portarsi a due sole lunghezze dal rivale Di Giannantonio, oggi secondo. In SS è un'altra wild card a piazzare il colpo vincente. Federico Caricasulo, oggi impegnato nell’Europeo Stock600, taglia il traguardo anche lui dopo una fuga,  davanti a  Diego Giugovaz, con il poleman e leader di classifica Massimo Roccoli ritiratosi.

SBK – Allo scattare del semaforo e l’Aprilia di Kevin Calia a bruciare tutti allo scatto e portarsi subito in testa davanti al poleman Roberto Tamburini. Per i due è subito fuga con l’alfiere Aprilia Nuova M2 a dettare il ritmo con la BMW del rivale subito in scia. Prime battute che vedono l’errore di Michele Pirro che scivola al terzo giro di gara, quando era in lotta per il quinto posto. Forse il portacolori del team Barni paga anche l’enorme lavoro svolto a Misano nei test sulla Ducati Gp15, e le temperature roventi dell’afosa Imola (59 gradi sull’asfalto) non hanno certo contribuito a far ritrovare le forze al capoclassifica del campionato. Caduta anche per Ivan Goi al giro successivo, che perde così l’occasione per recuperare terreno dal compagno di scuderia.

La gara ha visto il lungo testa a testa tra Calia (suo il giro record della gara con 1.49"536) e Tamburini condotto con  ampio margine sugli avversari. Un duello che ha visto l’epilogo nel finale, quando “Tambu” prova la beffa con una grande staccata all’ingresso della Variante Bassa, ma Calia non molla ed in uscita dalla esse riesce ad avere un migliore spunto e portarsi a casa la vittoria per appena 0.057 millesimi di vantaggio. Terzo sul podio l’altro pilota Aprilia Nuova M2, Alessandro Andreozzi che transita sul traguardo con oltre 26 secondi di ritardo dai due.

Clicca QUI per gli highlights di Gara 1 SBK

Moto3 – Nella categoria cadetta gara senza sussulti quella vinta magistralmente da Marco Bezzecchi. Per il pilota Mahindra Peugeot, un dominio costruito sin dalle prove con il primato sia al venerdì che nelle qualifiche di questa mattina. Per lui traguardo tagliato in solitaria, con record della gara ed un vantaggio di più di dodici secondi davanti al rivale per la tabella tricolore Fabio Di Giannantonio. “Diggia” era riuscito a partire forte allo spegnersi del semaforo, ma Bezzecchi non ha fatto complimenti portandosi al comando e allungando sin da subito per portare a casa una vittoria che oggi, nonstante il gran clado, più che mai aveva nelle corde. Il successo lo avvicina a soli due punti dalla testa, dove resiste Di Giannantonio. Con tre gare ancora da disputare tutto è possibile e il campionato si deciderà al Mugello a metà ottobre.

Clicca QUI per gli highlights di Gara 1 Moto3

In Supersport il detentore del primato Massimo Roccoli si ritira prima del via per problemi tecnici alla tre cilindri MV, lasciando strada libera al forte Federico Caricasulo, che ritornava come wild-card ad Imola con la tabella numero 1 di campione di categoria. Per il “Carica” un successo perentorio davanti a Diego Giugovaz ed Andrea Mantovani. Marco Bussolotti, secondo in campionato dietro Roccoli, oggi è sesto all’arrivo e guadagna così 10 lunghezze.

QUI gli highlights SS e Premoto3

Trai giovanissimi della PreMoto3 vittoria per il dominatore della  250 4T Celestino Vietti Ramus, mentre nella 2T si impone Simone Serinaldi con il capoclassifica Leonardo Taccini oggi terzo.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti