Tu sei qui

SBK, Laguna Seca: Ducati risponde con Davies

FP2: il gallese precede Sykes, Giugliano e Rea. Quinto tempo di Canepa

Kawasaki chiama, Ducati risponde a Laguna Seca. Nella FP2, Chaz Davies ha risposto al primo tempo siglato da Jonathan Rea al mattino con un 1’23.633, abbassando i riferimenti di circa sei decimi grazie soprattutto al parziale nell’ultimo settore. Più difficile analizzarne il ritmo, viste le multiple uscite, che oscilla tra 1’23 alto con gomma nuova e 1’24 medio con gomma usata.

Il gallese, che può vantare una perfetta conoscenza del tracciato californiano avendo corso in AMA, ha preceduto Tom Sykes e Davide Giugliano rispettivamente di 0.156 e 0.225. Il britannico su Kawasaki, secondo anche al mattino, è partito con grande aggressività, realizzando subito il proprio miglior giro senza poi montare un nuovo pneumatico al posteriore.

La progressione di Giugliano, invece, è stata interrotta sul finale da un’innocua scivolata a bassa velocità alla curva 2. Guardando i parziali, al romano restano da migliorare i primi due settori, mentre è particolarmente competitivo nella seconda metà del tracciato. Quarto tempo per il leader Rea, che ha studiato l’usura degli pneumatici con le temperature più calde (43 gradi sull’asfalto) fermandosi a 0.308 dalla vetta ma mostrando il ritmo più costante con sei passaggi in 1’24 basso.

Tra i primi quattro e gli inseguitori ci sono un paio di decimi. In quinta posizione (+0.510), Niccolò Canepa conferma gli ottimi riscontri del mattino (era quarto) sulla Panigale satellite del team Althea, mentre risalgono le Aprilia ufficiali di Leon Haslam e Jordi Torres, staccate rispettivamente di 0.607 e 0.751. Alle loro spalle, le Suzuki di Randy De Puniet ed Alex Lowes. Laguna Seca aveva già portato bene alla GSX-R negli scorsi anni e, complice qualche miglioria sul fronte elettronica, i due portacolori di Hamamatsu chiudono una delle migliori sessioni della stagione in ottava (+0.965) e nona posizione (+0.995). Decimo tempo (+1.109) per il campione in carica Sylvain Guintoli, primo sopra al secondo di distacco davanti a David Salom, Ayrton Badovini (caduto alla curva 3 senza conseguenze), Leon Camier, Michael Vd Mark e Matteo Baiocco, che chiude la zona punti provvisoria.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti