Tu sei qui

MotoGP, Iannone stop: la spalla fa male

TEST. "Abbiamo però raccolto dati importanti". Petrucci con la GP14.2 dal GP di Misano

Andrea Iannone si ferma. Metà giornata è sufficente nel caso si abbia una spalla sofferente, ed il giorno prima alla voce giri completati figurava come cifra 74. Il tutto dopo un fine settimana impegativo come quello del Sachsenring.

"Non abbiamo utilizzato nemmeno una gomma nuova, non serviva. Nonostante tutto abbiamo migliorato il passo rispetto a ieri. Sono piuttosto contento per come siamo andati"

Certo è che il dolore ha limitato il lavoro odierno: "La gara del Sachsenring ha 10 curve a sinistra. La spalla infortunata è proprio quella sinistra. Ieri inoltre ho compiuto poco meno di ottanta giri senza mai fermarmi. Però già ieri sera il dolore si era fatto sentire e questa notte è aumentato. Abbiamo deciso quindi di fare delle ultime prove e fermarci. Quando non si ha il pieno controllo della situazione e ti manca un pò la forza, è inutile rischiare".

L'umore però, nonostante l'inconveniente, è piuttosto buono. "Rispetto a ieri è migliorato il passo e le sensazioni. Abbiamo raccolto dati molto importanti da poter analizzare per il futuro. Non sono nemmeno stato a vedere i tempi, né i miei e neppure quelli degli altri: non era il nostro intento. Abbiamo usato tre gomme in nemmeno due giorni!"

Lo sguardo volge ora a Indianapolis, fortunatamente dopo la pausa estiva: "Per me ora è importante rilassarmi in vacanza e far riposare la spalla. Spero che per Indianapolis sia al 100%, anche perchè, al di là della spalla, mi sento in piena forma".

I test proseguiranno nel pomeriggio invece per Andrea Dovizioso.

Giornata di test finita anche per Danilo Petrucci, visibilmente soddisfatto delle prove effettuate con la Desmosedici GP14.2 che avrà in dotazione in gara proprio da Misano a settembre: "Siamo molto soddisfatti. Era un test in preparazione per la gara. Io personalmente sono contento anche perchè sto facendo dei passi in avanti proprio nella guida della moto".

Una due giorni arrivata dopo una prestazione convincente al Sachsenring: "Sto migliorando sempre di più. Già dall'ultima gara volevo andare in vacanza con il sorriso, e questo test ne è la conferma"

"Non abbiamo cercato il tempo, non era necessario, anche perchè la gara di Misano è lontana. Inoltre c'erano molti gradi sull'asfalto, era veramente caldo. Nonostante questo siamo stati costanti tutto il giorno, girando sul passo del '33. Abbiamo usato solo gomme dure, anche perchè sono quelle che si utilizzeranno in gara. Ho messo la morbida intorno alle 12.45, ma era già caldissimo ed io avevo già le mani spaccate per la fatica"

Il lavoro odierno è andato sulla falsariga di quello di ieri: "Avevamo delle soluzioni da provare su cui nutrivavamo qualche dubbio ieri. Parlo di posizione e altezze della moto. Si sono rivelate azzeccate. Ogni minimo cambiamento è stato positivo, e abbiamo girato sempre meglio. Qui poi a Misano, con il nuovo asfalto, mi sono divertito tanto. Ora è veramente una bella pista su cui guidare"

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti