Tu sei qui

GSX-R 750 LE: buon compleanno "Gixxer"

L'antesignana delle odierne supersportive ripropone la livrea del primo modello uscito nel 1985

GSX-R 750 LE: buon compleanno "Gixxer"

In occasione dell'ultimo week-end di gare della Motogp al Sachsenring, Suzuki ha tolto i veli alla nuova livrea celebrativa della sua famosa 750. La nuova GSX-R 30th Anniversary è una edizione limitata nata per celebrare i 30 anni dalla nascita della celebre supersportiva di Hamamtsu.

Era il 1985 quando dal Giappone arrivò sui mercati di tutto il mondo, quella che da molti è stata definita la vera antesignana della moderne race-replica. La nuova Serie Limitata sarà disponibile su tutti i principali mercati mondiali in autunno, pronta a far sognare i tantissimi fan della celebre famiglia GSX-R.

Un vera filosofia, quella racchiusa nella sigla GSX-R, fatta di innovazione, tecnologia e performance, capace di conquistare fino a oggi oltre 1.000.000 di appassionati nel mondo. Le competizioni ai massimi livelli sono parte integrante della storia di successo delle supersportive Suzuki, fin dal vittorioso esordio alla 24Ore di Le Mans proprio nell’anno del debutto sul mercato nel 1985. Nel 2005, GSX-R1000 ha dominato il Campionato Mondiale Superbike con l'australiano Troy Corser, con 8 vittorie e 18 podi totali


Kevin Schwantz: "Ho guidato per la prima volta la GSXR nel 1985 alla 8 ore di Suzuka - racconta l'asso texano -  mentre la moto è arrivata in USA solo nel 1986. Con la GSX-R ho corso nella Superbike americana nel biennio ’86 - ’87, e nel 1988 ho vinto la 200 Miglia di Daytona. In seguito ho partecipato alla 8 Ore fino al 1992 con questa moto. Ho fatto parte della famiglia Suzuki per tutta la mia carriera e ho visto questo modello evolversi. Parte della tecnologia deriva dai GP, e mi piace pensare che ci sia stato anche il mio contributo. Le moto si sono evolute molto, che si tratti delle versioni GSX-R600, 750 o 1000 sono tutte fantastiche da guidare. La GSX-R ha portato grande innovazione quando è nata, ed ha continuato a confermarsi una moto sportiva impressionante, come testimoniato dalle vittore in Superbike e nelle gare Endurance. La Suzuki GSX-R per me rappresenta la definizione stessa di una moto sportiva. Quando è stata presentata ha cambiato completamente le regole della categoria, e da allora non ha mai smesso di perfezionarsi”.

Per celebrare degnamente l'evento, è attiva già da qualche tempo la pagina facebook dedicata alla storia di questo modello, con foto e informazioni su una moto che dopo un trentennio resta l'unica rappresentante di quella che un tempo era la cosiddetta classe di mezzo, la 750. 

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti