Tu sei qui

MotoGP, Bridgestone: continueremo lo sviluppo

Aoki promette: "a Phillip Island una gomma anteriore asimmetrica completamente nuova"

Ancora nove gare, poi Bridgestone apparterrà solo alla storia della MotoGP. Quello di Barcellona è stato l’ultimo test dei piloti della classe regina con le coperture giapponesi e a Brno lavoreranno già per la prossima stagione con le Michelin. Nonostante rimangano solo 9 GP ancora da disputare Bridgestone non ha tirato i remi in barca, al Sachsenring aveva portato un nuovo pneumatico asimmetrico anteriore e le novità da qui a Valencia non sono finite.

Bridgestone ha intenzione di continuare lo sviluppo per tutta la stagione - chiarisce Shinji Aoki, manager del dipartimento sviluppo - Rispetto allo scorso anno abbiamo cambiato il tipo di pneumatico posteriore molte volte, utilizzando mescole più morbide per le asimmetriche. Inoltre porteremo le nostre gomme asimmetriche anteriori sia a Valencia che a Phillip Island, pista per cui abbiamo sviluppato uno pneumatico completamente nuovo. Con questi progressi spero che i piloti non solo abbiamo migliori sicurezza e controllo, ma che continuino anche a garantire le velocità incredibili viste fino a qui”.

Aoki promuove anche la gomma asimmetrica anteriore portata al Sachsenring.

Ci era stata chiesta da molti piloti e il suo sviluppo non è stato facile non potendo fare test sulla pista tedesca - spiega - Siamo ricordi alle simulazioni, senza potere fare provare questo pneumatico prima del GP. Alla fine abbiamo avuto molti apprezzamenti e infatti 19 su 25 piloti lo hanno scelto per la gara. Al Sachsenring le condizioni sono molto particolari, con sbalzi termici importanti, per questo abbiamo anche deciso di offrire 4 differenti opzioni all’anteriore ed è stata una buona scelta. Non penso che altri circuiti richiederanno questa soluzione”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti