Tu sei qui

SBK, Ducati: a Laguna Seca per dare spettacolo

Giugliano: "Belle gare lì in passato, posso ripetermi". Davies: "Pista tra le mie preferite"

Il team Ducati Superbike ha fatto le valigie con destinazione Laguna Seca. La natura fluida del tracciato, sulla carta, si adatta sia alle caratteristiche della Panigale che agli stili di guida dei suoi piloti ufficiali, entrambi già saliti sul podio in California. La Kawasaki, soprattutto quella affidata a Jonathan Rea, resta la moto da battere, ma i piccoli e costanti passi avanti mostrati dalla bi-cilindrica – sia Davide Giugliano che Chaz Davies sono saliti sul podio a Misano, in seconda e terza posizione rispettivamente – lasciano ben sperare.

“La pista di Laguna Seca è veramente spettacolare e mi piace molto – ha detto Giugliano, che nel 2013 vi disputò forse la sua gara più bella, ingaggiando un duello mozzafiato con Laverty – Ho fatto delle belle gare lì in passato, e penso che abbiamo delle buone possibilità anche questa volta. L’anno scorso avevamo un passo molto veloce ma purtroppo non sono riuscito a concretizzare i risultati che avrei voluto. Comunque quest’anno mi sento ben preparato e sono fiducioso di poter fare due belle gare”.

Voglia di riscatto anche per Davies, che lo scorso anno partiva dalla prima fila ma non ha raccolto punti a causa di un violento high-side in Gara Uno.

“Laguna Seca è una delle mie piste preferite e non vedo l’ora di tornare a correrci – ha detto il gallese, che in passato ha corso nella AMA – Sono partito con una settimana di anticipo per potermi allenare e rilassarmi un po’ prima di andare in circuito. Ero molto dispiaciuto per come è andata l’anno scorso perché tutto stava andando molto bene ed eravamo nella posizione di poter fare due belle gare ma poi la caduta in gara 1 mi ha impedito di fare gara 2. Farò quindi di tutto per rifarmi sul tracciato americano questa volta…”

Laguna Seca è un rodeo, Giugliano e Davies due cowboy su una puledra imbizzarrita...

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti