Tu sei qui

SBK, Ducati chiude a Melandri: test? Non sulle factory

Ciabatti: “L’idea non ci interessa, vogliamo continuare con Giugliano e Davies”

“Se Ducati fosse interessata, la nostra porta è aperta. Ne parleremo nei prossimi giorni a Laguna Seca”, aveva dichiarato Genesio Bevilacqua, team manager di Althea, a proposito della possibilità di far salire Marco Melandri sulla Panigale per una presa di contatto sotto forma di test. Un’opzione che, anche alla luce delle trattative avanzate con Yamaha, non sembra però praticabile.

“Non c’è un interesse da parte di Ducati nei confronti di questa iniziativa – ha spiegato il direttore sportivo Paolo CiabattiNon ci sono i presupposti, ed il pilota non rientra nei nostri programmi. Stiamo definendo il rinnovo dei nostri due ufficiali, Davide Giugliano e Chaz Davies, e non è questo il momento adatto per organizzare una cosa del genere. L’intenzione, di tutte le parti coinvolte nel progetto, è di continuare con la formazione attuale”.

In altre parole, la palla lanciata ieri nel campo di Borgo Panigale è stata rispedita al mittente.

“Un test con le nostre moto ufficiali o di sviluppo è escluso – ha aggiunto Ciabatti – Ma se Althea volesse, può ovviamente far provare le sue moto a chi vuole. La richiesta di supporto da parte loro viene dalle ipotetiche problematiche legate alla gestione del pilota in una struttura satellite, ma la nostra politica si limiterebbe eventualmente a fornire gli aggiornamenti in tempi più ristretti, come abbiamo sempre fatto”.

Tradotto, Ducati può al massimo fornire un supporto tecnico, non economico. Se Althea ha aperto le sue porte al ravennate, Borgo Panigale le ha chiuse.


Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti