Tu sei qui

Moto3, Bastianini: Moto2? ho ancora da imparare

Enea conferma il 2° posto in campionato. "Kent sembra imbattibile, devo adattarmi ancora alla Honda"

Enea Bastianini ha di nuovo messo i piedi sul podio al Sachsenring ed è il quarto in questa prima metà di stagione. Per lui una battaglia tutta italiana all’ultimo giro con Fenati e Antonelli e la soddisfazione di avere vinto la volata sul traguardo su Romano, “e dà comunque morale, perché di solito in quelle occasioni arrivo dietro” scherza ricordando le gare passate. Con il terzo posto il pilota del team Gresini ha allungato sui diretti inseguitori in classifica, anche se Kent sembra ormai irraggiungibile con 66 punti di vantaggio.

Enea, ci racconti la tua gara?

E’ stata molto difficile ma anche bella, per le tante battaglie. Ho un rammarico, se non ci fossimo dati fastidio con Hanika avrei potuto puntare più in alto, stare con Vazquez era impossibile. Invece ha preso un po’ di distacco, ho cercato prima di stare nel gruppo per gestire le gomme e poi ho ricominciato a tirare, ma era impossibile scappare”.

Dall’esterno Kent sembra imbattibile e dall’interno?

E’ ancora peggio! (ride) Nell’ultima metà della pista e nelle curve veloci era incredibile, ho provato a seguirlo ma teneva delle linee impossibile per me, andavo largo”.

E’ un problema di messa a punto o di stile di guida?

La Honda è una moto abbastanza diversa rispetto alla KTM che guidavo lo scorso anno e devo ancora adattarmi alla perfezione. Kent invece ha trovato la giusta confidenza già nei test invernali”.

Siamo a metà stagione, sei soddisfatto?

Mi aspettavo di essere nei primi tre e direi che ci sto riuscendo, anche se il sogno di ogni pilota è quello di vincere. La seconda posizione in campionato è però fantastica.

Stai già pensando alla prossima stagione, se passare in Moto2?

Non ho ancora riflettuto, ma sono giovane e ho ancora molto da imparare in Moto3. Penso sia presto per fare il salto di categoria”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti