Tu sei qui

MotoGP, Marquez: ultima curva? meglio essere 1°

"I nostri problemi non sono scomparsi, ma qui li evitiamo". Pedrosa: "domani avrò una chance per vincere"

Eccolo il Marquez versione 2014, e non stiamo parlando solo del telaio. Marc è stato il più veloce in tutti i turni di prove libere al Sachsenring, si è preso la pole position con annesso record e l’unico avversario in gara sembra essere… se stesso. “Meglio stare tranquillo, tante cose potrebbero andare storte domani - dice prudente - L’anno scorso sarei stato più sicuro, ora preferisco rimanere concentrale e fare attenzione a tutti i particolari, non si sa mai cosa può capitare”.

Per un cannibale come il piccolo diavolo, mancare dal gradino più alto del podio da Austin è un digiuno incredibile. La Germania però è il suo regno (vince qui dal 2010 senza pause) e lo sta dimostrando.

Mi sto trovando molto bene con la moto, ma non significa che i nostri problemi siano scomparsi - sottolinea - In questo tracciato, semmai, riusciamo a evitarli per il tipo di curve, solo all 8 e alla 11 fatichiamo. Non nascondo che questa pista mi piaccia, con queste lunghe svolte a sinistra con la moto di traverso mi sembra di fare dirt track”.

Il morale è alto e non potrebbe essere diversamente.

Partire davanti è importante, ma i principali rivali sono al mio fianco - riflette - Lorenzo, Pedrosa e Rossi hanno un buon ritmo e sarà molto importante riuscire a gestire bene le gomme. Siamo stati tutti molto veloci anche se ci sono state molte lamentele per il grip, sembra che non ci sia ma c’è e infatti siamo mezzo secondo sotto i tempi dello scorso anno”.

Ad Assen c'era una chicane, qui una curva prima del traguardo, ma questa volta Marquez non sembra preoccupato.

“Anche lì si può fare una linea diversa, ma non ci ho ancora pensato magari lo farò questa notte - ride - Però preferirei arrivarci davanti a tutti ed evitare problemi”.

Se Marquez vuole tornare alla vittoria anche il suo compagno di squadra non è da meno. Pedrosa non vince dal GP di Brno dello scorso anno, ma al Sachsenring ci è riuscito per ben 6 volte durante la sua carriera.

“Sicuramente voglio tornare a vincere, è tanto tempo che non succede. Sono felice di partire in prima fila e domani potrò averne la possibilità - dice - Sicuramente voglio rifarmi dopo Assen, lì non era andata bene”.

Dani come al solito è di poche parole, ma la sua soddisfazione è palese.

“In qualifica, nella prima uscita, ho avuto qualche problema con Crutchlow ma sono sono riuscito a sfruttare al meglio la seconda gomma - spiega - L’importante è però avere lavorato molto sul setup e fatto tanti giri in previsione delle gara”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti