Tu sei qui

MotoGP, Sachsenring: un Marquez da record

QP - Mezzo secondo meno rispetto al 2014. Seconda piazza per Pedrosa, terzo Lorenzo

Che il Sachsenring fosse pista adatta alle caratteristiche della Honda era voce comune.

D'altro canto qui, sia Marc Marquez che Daniel Pedrosa hanno sempre mostrato un grande stato di forma. Un'idea che ha preso sempre più consistenza durante questo fine settimana.

Marquez ha fin qui praticamente dominato il week-end in terra di Sassonia, ed era stato nominato come favorito per la Pole position. Pronostico rispettato. Il campione del mondo in carica conquista la prima casella, e lo fa sgretolando il suo record della pista del 2014. 1'20.336 e mezzo secondo in meno rispetto a quanto fatto 365 giorni fa.

Marquez non conquistava la pole dal gran premio di Le Mans, ma rispetto solo a poche gare fa, questa del Sachsenring sembra la conferma di quanto già visto ad Assen. Con il telaio 2014 lo spagnolo ha riacquistato il feeling perduto.

"Quando ho visto il tempo non ci credevo quasi. Sono contento. Il feeling con la moto è buono. Domani sarà dura perchè Dani è forte, ma anche Jorge e Valentino anche sono forti nel passo. Domani ci sono 30 giri, sarà una gara lunga".

Che sia una pista gradita ad Honda lo testimonia anche il secondo tempo cronometrato di Daniel Pedrosa, competitivo anche nel passo di gara, ma ancora non del tutto soddisfatto del setting della propria moto: "Abbiamo fatto tante prove di setup perchè la moto non è come quella dell'anno scorso. Abbiamo provato tante cose e le gomme. In Fp4 siamo però andati bene. Vediamo domani la temperatura. Intanto però abbiamo fatto la prima fila che qui è molto importante".

Soddisfazione quindi dal muretto della casa dell'Ala, con Suppo che mantiene comunque la calma nonostante una certa soddisfazione: "Grande presazione sia per Marquez che per Pedrosa. Hanno un bel passo entrambi. Vediamo domani come andrà". Terza posizione per Jorge Lorenzo, unico ad utilizzare l'asimmetrica anteriore.

Per la Yamaha un fine settimana più complicato di quanto accaduto finora in questo 2015: "Per il momento non è molto chiaro il setup di gara. Dobbiamo trovare qualcosa per domani. Con il setup che avevamo oggi ho fatto un giro quasi perfetto. Quindi per questo sono contento. Era impossibile stare però con le moto di Marc e Dani. Però domani abbiamo il warm up per migliorare la moto ed essere ancor più vicini al loro ritmo".

La conferma di un ritardo rispetto alle Honda viene anche da Maio Meregalli: "E' importante partire nelle prime due file qui. Non è facile perchè Marquez ha un passo velocissimo. Abbiamo però del tempo per lavorare. Domattina proveremo qualcosa di nuovo. Per ora, sarà una gara dura per noi".

Meregalli parla di seconda fila (oltre alla prima di Jorge) riferendosi a Rossi che ha chiuso in sesta posizione, dietro ad Andrea Iannone ed al sorprendente Yonny Hernandez con la Ducati del team Pramac. In terza fila si affacciano i fratelli Espargaro con Aleix su Suzuki migliore di Pol sulla Yamaha Tech3. Indietro Dovizioso solamente undicesimo, preceduto da Smith e Crutchlow.


CRONACA DELLE QUALIFICHE

- Si parte con le Q1. Protagonisti Aoyama, Barbera, Petrucci, De Angelis, Bautista, Vinales, Miller, Redding, Laverty, Di Meglio, Corti, Hernandez, Baz.

- Il primo sul traguardo è Hernandez. Il colombiano su Ducati chiude in 1'21.811. Prima posizione

- Arrivano un gruppo compatto con Redding secondo a 168 millesimi. Terzo di poco Danilo Petrucci a 176 millesimi

- Sul traguardo arriva Vinales che chiude però quarto, sopravanzato anche da Barbera

- Grande prestazione per Redding che si porta in prima poszione con 145 millesimi di vantaggio su Hernandez.

- Secondo tentativo per Vianles. Il rookie Suzuki sta tirando molto ma sembra perdere al terzo settore. Sul traguardo rimane quarto a 279 millesimi da Redding.

- Lo stesso Redding fa addirittura un terzo tentativo mentre Hernandez rientra ai box quando mancano 9 minuti al termine della sessione. Box anche per Petrucci. Uno dopo l'altro comunque, tutti i protagonisti stanno entrando ai box in attesa del secondo treno di gomme.

- Sei minuti e mezzo al termine e Corti rientra in pista, poi, dopo circa trenta secondi praticamente tutti i protagonisti. Redding rimane ancora ai box cosi come Vinales, Miller e Hayden.

- Tornano i caschi rossi con gomme nuove: Petrucci chiude con il secondo crono a 9 centesimi.

- Ottimo crono di Hernandez! 1'21.3 a quattro decimi dal record della pista!

- Seconda piazza per Barbera a 295 millesimi.

- Arriva Redding ma chiude terzo! 333 millesimi. Arriva Vinales in seconda piazza.

- Redding ci riprova ma niente: rimane quarto.

- Meno di un minuto al termine ed i giochi sembrerebbero fatti se non fosse per Redding che sta provando in tutti i modi a prendere la posizione. 92 millesimi di ritardo al T2, 267 millesimi al T3. Sul traguardo mezzo secondo di ritardo. L'inglese è fuori. In Q2 passano Hernandez e Maverick Vinales.

Fine della Q1: Hernandez e Vinales, poi Barbera, Redding, Petrucci, Bautista, De Angelis, Miller, Hayden, Baz, Di Meglio, Aoyama Eugene e Michael Laverty. Chiude Claudio Corti


Q2

- Si parte per la seconda sessione di qualificazione. Il primo a lanciarsi è Jorge Lorenzo, seguito a ruota da Iannone, Herandez, Smith, Dovizioso e Pol espargaro.

- Lorenzo chiude in 1'21.481 superato subito da Iannone in 1'21.475

- Marc Marquez chiude in 1'21.5 con il quinto tempo. Terzo infatti è Pol Espargaro davanti ad Hernandez.

- Mette tutti in riga Aleix Espargaro in 1'21.2

- Tutti però in questo secondo giri stanno migliorando. Attenzione a Marquez, sotto di mezzo secondo a metà giro

- 1'21.259 per Iannone

- Marquez 1'20.838. Sei decimi su Iannone. Pole position provvisoria per lo spagnolo, sotto il record della pista

- La classifia provvisoria: Marquez, Iannone, Pedrosa, Rossi, Aleix Espargaro, Lorenzo, Pol Espargaro, Hernandez, Curchlow, Dovizioso, Vinales e Smith

- Pedrosa prova il terzo tentativo ma Cruchlow lo ostacola involontariamente. Scaramucce tra i due.

- Smith ancora senza tempo: al giro di lancio fa un high-side rimane in sella ma rompe il cupolino. Ai box cambio veloce ed ora l'inglese si è lanciato con il 12 tempo.

- Rossi è rimasto ancora in pista: addirittura cinque giri mentre gli altri sono rientrati ai box

- Aleix Espargaro cambia moto con le stesse gomme. In questo modo riesce a fare tre turni veloci

- Rossi ai box, cambio gomme e rientro. Riparte anche Marquez quando mancano 5.31 minuti. Pedrosa nel frattempo si è appena lanciato per i lsuo giro veloce

- Attenzione a Lorenzo che ha 2 decimi di ritardo al t3 nel primo giro veloce. SUl traguardo Jorge chiude in seconda piazza a soli 83 millesimi da Marquez. Dovizioso invece nono

- Secondo tentativo per Pedrosa e Lorenzo. I due si stanno migliorando, sopratutto Pedrosa. Veloce anche Marquez con due caschi rossi.

- Pesrosa sul traguardo: prima piazza, ma occhio a Marquez. Rossi è quarto

- 1'20.336 per Marquez. Mezzo secondo in meno rispetto alla best pole dello scorso anno.

- Ottima prestazione intanto per Hernandez in quarta piazza. Rossi è quinto al suo secondo tempo cronometrato

- Arria anche Iannone che si porta in quarta piazza in 1'21.0 subito dietro Lorenzo

- Bandiera a scacchi: Marc Marquez si prende la pole position davanti a Pedrosa, Lorenzo, Iannone, Hernandez, Rossi, Aleix Espargaro, Pol Espargaro, Smith, Crutchlow, Dovizioso e Vinales

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti