Tu sei qui

MotoGP, La Ducati del Barone Rosso al Sachsenring

Spunta una ala biplano per aumentare la deportanza. Novità anche per il raffreddamento

La Ducati continua i suoi esperimenti di aerodinamica. Una aerodinamica che in questo caso è anche asservita al raffreddamento della Desmosedici GP15 che, grazie al suo 'motorazzo', scalda molto.

La modifica più evidente, perché è un po' posticcia, è quella relativa alla presa d'aria sulla sinistra della carenatura. Sparisce la presa dinamica per lasciare posto ad una più raffinata presa Naca che, sulla carta, dovrebbe avere un minore 'drag' con relative minori turbolenze. Probabilmente l'efficienza totale sarà migliore quando (e se) ne verrà approntata una versione definitiva perché in questa, approntata con elementi realizzati in prototipazione rapida, l'assemblaggio lascia molto a desiderare.

La seconda novità, quella al codone, che ora ingloba lo scarico con una copertura in carbonio, è frutto di una precedente modifica, un rinforzo al supporto del telaietto. Per evitare un surriscaldamento del tromboncino sono nate due 'orecchiette' nella parte superiore per aumentare il flusso d'aria.

La terza novità, decisamente evidente, è lo spoiler, diventato biplano per aumentare la deportanza e tenere l'avantreno della GP15 più attaccata al suolo. L'effetto 'Barone Rosso' è evidente. Manfred von Richthofen, dai cieli della Sassonia sicuramente apprezzerà.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti