Tu sei qui

Moto2, Sachsenring: Irrompe Kallio su Aegerter

FP2 - Morbidelli migliore degli italiani, caduta per Rabat e Shah, con bandiera rossa esposta

Il venerdì del Sachsenring esalta i piloti che sono stati in ombra nella prima parte del campionato. Se in mattinata Nakagami ha mancato il miglior crono per 40 millesimi, nella sessione pomeridiana ci ha pensato Mika Kallio a mettere tutti in riga. Il tempo di 1’25”069 regala il riferimento della FP2 al finlandese. Il portacolori Italtrans ha aspettato il finale per piazzare la propria zampata, conquistando la vetta. Rispetto al tempo di Lowes nel primo turno, solo 42 sono i millesimi di distacco dall’inglese. Questa volta l’alfiere SpeedUp deve però accontentarsi del sesto tempo, con 81 millesimi da recuperare.

Chi sale è invece Dominique Aegerter (+0.028). Proprio in Germania lo svizzero conquistò il successo nella passata edizione. La pista gli piace e forse potrebbe essere giunto il momento di mettere in cassaforte la prima affermazione stagionale.   L’elvetico è secondo, seguito a soli sette millesimi dall’idolo locale Jonas Folger e dal connazionale Sandro Cortese (+0.035).

Anche nella seconda e ultima sessione pomeridiana i tempi sono molto ravvicinati, tanto che in un secondo sono racchiusi ben ventidue piloti. Costretto a rincorrere con l’ottavo tempo il leader della classifica iridata, Johann Zarco (8° +0.161) mentre va peggio a Esteve Rabat (+0.338), tredicesimo. Un turno in salita per lo spagnolo, caduto a terra a metà sessione, ma senza riportare conseguenze. Tra gli scivoloni anche quello di Rins, nello stesso punto del connazionale, mentre nel finale la sorte si è accanita contro Sahah. La moto del malese è rientrata sfortunatamente in pista, con conseguente decisione della direzione gara di esporre bandiera rossa per alcuni minuti.

Per quanto gli italiani suona la carica Franco Morbidelli (+0.312). Nonostante una mattinata in salita, il laziale strappa l’undicesimo crono a poco più di tre decimi dal compagno di squadra. Tre posizioni più arretrate Simone Corsi, con quasi mezzo secondo da rimontare. Ruota attorno alla ventesima piazza Lorenzo Baldassarri (18°, +0.591), il quale ha accusato alcuni problemi con le gomme.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti