Tu sei qui

MotoGP, LCR, sponsor a rischio: ultima fermata Brno

Il rapporto con CWM potrebbe terminare. Cecchinello: "la risposta a breve, troverò comunque una soluzione"

Il rapporto tra il team LCR e il main sponsor CWM potrebbe essere arrivato al capolinea. L’indagine che ha coinvolto nei mesi scorsi la società che fa capo ad Anthony Constantinou ha avuto ripercussioni anche per la squadra gestita da Lucio Cecchinello. Le autorità britanniche hanno infatti ritirato la licenza di trading alla CWM e questo gli impedisce di onorare il contratto in essere con LCR.

La scorsa settimana sono stato a Londra e ho incontrato Constantinou - dice Cecchinello - Mi ha assicurato che sta facendo di tutto per continuare fino a fine stagione come previsto dal contratto, ma tutto dipenderà da come si evolverà la situazione nelle prossime settimane”.

CWM ha già provveduto a saldare i due terzi della somma totale, se non arrivassero gli ultimi pagamenti, LCR potrebbe risolvere l’accordo e quindi essere libera da obblighi per l’ultimo terzo della stagione. Questo significa che la società britannica sarà sicuramente sulle carene delle Honda fino al Gran Premio di Brno compreso, poi le strade potrebbero dividersi.

Se questa ipotesi di verificasse, il manager veneto è pronto a muoversi: “mi era già successo di trovarmi in una situazione simile, a fine 2005 quando Carrera decise di ritirarsi dalla sponsorizzazione e l'anno successivo debuttai in MotoGP con Casey Stoner. In quel caso mi rivolsi al gruppo di sponsor storici che mi hanno da sempre sostenuto. Potrei farlo anche questa volta. So che ci sono delle difficoltà ma sono anche tranquillo, io e la mia squadra abbiamo sempre rispettato gli accordi presi.

Nelle prossime settimane Cecchinello avrà risolto il nodo e sistemato il 2015, poi potrà pensare al prossimo anno.

Costantinou ha mostrato la disponibilità di continuare la collaborazione anche nel 2016 e nel 2017, ma per ora preferisco aspettare e avere la situazione chiara”, spiega il patron di LCR.

La stagione del team non è a rischio, ma certi grattacapi Cecchinello se li sarebbe risparmiati volentieri. Purtroppo la MotoGP è un mondo che fatica ad attirare nuovi sponsor e quando ci riesce non sempre le cose vanno per il meglio.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti