Tu sei qui

MotoGP, Suzuki si veste d'antico per la GSX-R

FOTO. Una MotoGP 'old style' per i 30 anni della supersportiva simbolo. Espargarò: "stupito dai risultati"

Suzuki si veste d'antico per la GSX-R

Una livrea bellissima, molto old style. Mi piace di più di quella che abbiamo usato fino a qui”. Aleix Espargarò è entusiasta dei colori che la Suzuki indosserà per i Gran Premi del Sachsenring e di Indianapolis. La Casa di Hamamatsu ha infatti deciso di celebrare i 30 anni di carriera della sua supersportiva stradale, la GSX-R, vestendo la MotoGP delle stesse grafiche presenti sul primo modello del 1985.

Sulle carene della GSX-RR sono comparsi i classici bianco e blu, già portati in pista negli anni ’80 da Kevin Schwantz sulla 500. “Non è un caso che il modello di produzione e la MotoGP abbiano un nome molto simile, per noi questa sigla rappresenta un’eredità importante. Le due moto sono come sorelle, rappresentano l’evoluzione tecnologica tanto in strada come nelle corse”, dice il Project Leader Satoru Terada.

Sicuramente si tratta di una livrea molto evocativa per tutti gli appassionati ed Espargarò e Viñales stanno onorando con i loro risultati la tradizione di Suzuki nelle corse.

Sono felice delle prestazioni di una moto che ha debuttato solo quest’anno, avrei potuto raccogliere più punti ma l’importante è non essere lontani dai migliori - afferma Aleix - A inizio stagione non mi sarei aspettato simili risultati, ma abbiamo lavorato bene e ad Assen mi sono giocato il 6° posto in mezzo alle moto Factory. Il Sachsering, rettilineo a parte dove serve molta accelerazione, dovrebbe adattarsi bene alla Suzuki che può contare su un’ottima ciclistica”.

Aleix EspargaróMaverick ViñalesLa livrea celebrativa della Suzuki GSX-RR

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti