Tu sei qui

MotoGP, Assen: Stoner assolve Rossi

"Valentino costretto ad attraversare la chicane. Quest'anno va davvero forte, è impressionante"

Casey Stoner ha pochi filtri, ma ancor meno preconcetti. Dopo i diretti interessati, la Direzione Gara, il Dottor Costa e milioni di tifosi divisi in due fazioni in giro per il mondo, anche l’australiano ha detto la sua sul contatto tra Rossi e Marquez ad Assen, il conseguente taglio della chicane del Dottore, ed il risultato finale. Non è un mistero che Stoner e Rossi non si siano mai amati, ma l’australiano ha difeso a sorpresa l’ex acerrimo nemico.

“Marquez ha tentato all’interno, ma Valentino si è difeso ed è stato costretto ad uscire di pista e attraversare la via di fuga – ha dichiarato Stoner ai microfoni di Sky Sport al Goodwood Festival of Speed (nella foto, a fianco di "King" Kenny Roberts) – Sinceramente, le corse sono così. Valentino aveva dimostrato di essere il pilota da battere ad Assen, è stato davanti per tutto il fine settimana e va davvero forte quest’anno, è impressionante”.

Parole inattese, sorprendenti, da parte di colui che ha vissuto più di un incontro ravvicinato con Rossi – su tutti, Laguna Seca nel 2008 e Jerez nel 2011 – trovandosi spesso e volentieri in disaccordo con il rivale. Del resto, dall’esterno certe questioni possono assumere nuove prospettive. Magari anche gli stessi Rossi e Marquez cambieranno vedute in futuro. Per ora, però, non c’è verso di smuoverli dalle rispettive posizioni, esattamente come i rispettivi sostenitori. In attesa della rivincita al Sachsenring dove, se non altro, l’ultima curva non è una chicane…

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti