Tu sei qui

MotoGP, Rossi 'brucia' il semaforo: multato

2000 Euro per Vale e Aleix Espargaro, ma la FIM lo comunica venerdì notte!

Rossi 'brucia' il semaforo: multato

Ieri Aleix Espargaro e Valentino Rossi sono stati multati per aver 'bruciato' il semaforo della pitlane durante la Q2 e ad entrambi è stato tolto il primo tempo realizzato nelle qualifiche e commonicata una multa di 2000 Euro.

E' una notizia che avrebbe potuto avere serie conseguenze qualora il tempo incriminato fosse stato quello decisivo per la posizione in partenza. Così non è stato e dunque, multa a parte, la penalizzazione è stata ininfluente.

Una multa più grossa, qualora ne esistessero per questo genere di incompetenze, la meriterebbe però la FIM che ha mandato il comunicato venerdì notte alle ore 23:09, per un fatto accaduto nel pomeriggio.

Un ritardo incomprensibile e ingiustificabile, a meno che il responsabile della comunicazione fosse a cena ed il vino fosse eccezionalmente buono. Abbiamo chiesto spiegazioni, chissà se arriveranno mai…

Il comunicato:


Il 26 giugno durante la Q2 della MotoGP i piloti # 41 A. Espargaro e # 46 V. Rossi sono usciti dalla pitlane mentre la pitlane era chiusa, con le luci rosse accese e la bandiera rossa esposta.

Ciò è ritenuto essere un vantaggio sleale ed è una violazione dell'articolo 1.22.2 del del regolamento FIM.

L'udienza si è svolta Direzione Gara con i piloti ed i rappresentanti del team presenti.

La decisione di Direzione Gara è quello di imporre una multa di 2.000 € a ciascuno dei piloti # 41 e # 46 Espargaro e Rossi, e di annullare il primo giro cronometrato di ciascuno dei piloti nella Q2 poiché quel giro è stato effettuato grazie ad un vantaggio sleale, ai sensi dell'articolo 3.2.1 del codice FIM.

Nessun ricorso è stato presentato; la decisione di Direzione Gara è definitiva.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti