Tu sei qui

MotoGP, Marquez ago della bilancia tra Vale e Jorge

Entrambi i piloti Yamaha sperano nell'aiuto di Marc. Aleix Espargarò e Pedrosa le altre incognite

Marquez ago della bilancia tra Vale e Jorge

Sia Rossi e Lorenzo puntano su Marquez, anche se sembra assurdo. L’italiano spera che il piccolo diavolo possa rubare punti a Jorge, il maiorchino che una battaglia fra i due gli permetta il recupero. “Se si superassero a tutte le curve sarebbe perfetto”, ha riso. Marc non è l’unica variabile spagnola, perché anche Aleix Espargarò che scatta dalla seconda casella - e pensa di utilizzare la gomma extra-soft - potrebbe creare ‘intralcio’ nei primi giri. Senza dimenticare Pedorsa, quarto in qualifica e con un passo a livello dei migliori nei giorni scorsi.

Le previsioni non sono semplici e anche se la lotta per il titolo è ormai a due, per la vittoria di tappa i pretendenti sono molti.

Queste le parole dei protagonisti spagnoli dopo le qualifiche.

Marc Marquez (3°): Sono felice per la prima fila, soprattutto in una pista dove in passato ho faticato. Prima di arrivare mi aspettavo di essere lontano dalle Yamaha e invece sono più vicino del solito. Inoltre era da tempo che non riuscivo a tenere un ritmo così costante, nelle FP4 ho provato molte cose diverse e ora la moto è a posto. L’obiettivo è quello di seguire Rossi, anche se so che dovrò prendermi dei rischi. La situazione è migliorata ma devo continuare a lavorare perché il vecchio telaio mi aiuta, mi sento più forte in ottica gara, ma i problemi non sono scomparsi. Per quanto riguarda le gomme, non capisco perché Bridgestone abbia deciso di cambiare, preferirei avere le stesse per tutta la stagione. Queste offrono meno grip, Lorenzo si è lamentato molto ma per la Honda non è un problema”.

Aleix EspargaróAleix Espargarò (2°):il livello in questo momento è molto alto, non puoi permetterti mai di fare errori e infatti non sono riuscito a qualificarmi direttamente in Q2. Qui ho avuto molto problemi nel primo turno di libere, ho rivoluzionato la moto e ha funzionato perché nelle FP4 ho tenuto un buon passo con le gomme usate e stavo usando la extra-soft. In verità non c’è una grande differenza dalla media, appena un decimo, per questo non mi aspettavo di fare un tempo così veloce in qualifica e penso che potrò usarla anche in gara, perché non si deteriora velocemete”.

Dani Pedrosa (4°): Ieri ero in una posizione migliore, ma i miei tempi sono molto simili. Sono soddisfatto delle mie qualifiche perché sono stato più veloce che nelle altre gare. Per la gara il meteo rimane un’incognita e bisognerà essere pronti a ogni evenienza. Il braccio va molto meglio e soprattutto il recupero da un turno all’altro è più veloce. Sono invece un po’ preoccupato per le gomme, perché quando sono nuove sento un po’ di chattering all’anteriore, ma è molto influenzato dal grip offerto dalla pista. Solitamente dopo la gara delle Moto2 dovrebbe essercene meno e questo può aiutare a limitare il problema”.

Jorge LorenzoJorge Lorenzo (8°):Ho lottato con le gomme e poi con il mio stile di guida nei settori 2 e 4 ma sono riuscito a superare le difficoltà. Ho cambiato il mio modo di guidare e ha funzionato, però non ci sono riuscito in qualifica quando spingevo a massimo. Peccato per la terza fila, ma di solito parto bene e sono sicuro di avere un buon passo con gomme usate, sarà una sfida. Rispetto alle ultime gare sarà sicuramente più difficile, anche perché la prima curva è una specie di imbuto. Ora spetta a me e sarà importante non commettere errori. Valentino si sta trovando bene con le gomme e con la pista, è sempre stato nelle prime posizioni, ma io sono progredito. Devo essere positivo, se vincesse Rossi sarei contento per la Yamaha ma sarebbe certamente peggio per la mia posizione in classifica”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti