Tu sei qui

Moto3, Rossi punta su Bastianini: vincerà presto

Enea: "una pole position inaspettata, domani non sarà una gara in solitaria"

L'appetito vien mangiando recita un vecchio adagio, ed evidentemente, in questo periodo, calza a pennello ad Enea Bastianini.

Il giovane portacolori del team Gresini ha infatti bissato la Pole position ottenuta a Barcellona, conquistando la prima casella anche qui ad Assen. Una pole conquistata dopo aver abbassato i propri riferimenti di ben un secondo e mezzo rispetto al mattino: "il week-end sembrava partito un pochino male, ed invece in qualifica sono riuscito ad andare abbastanza forte da fare la pole. Abbiamo fatto un bello step durante le qualifiche"

Chiaro è che l'obiettivo finale, quello bramato e solo sfiorato, è la vittoria in gara: "Non lo so quando arriverà, però sono concentrato e pronto per provarci.

Purtroppo non ce l'ho ancora fatta perchè sono stato un pò sfortunato. Un pò più di strategia e di esperienza mi aiuteranno".

Ecco, proprio l'esperienza è uno dei punti cardine. Enea infatti è solo al secondo anno di mondiale. Una sottolineatura che Valentino Rossi stesso, fermatosi a parlare con la "Bestia" ha tenuto a sottolineare: "Cosa gli ho detto? Di non preoccuparsi per i vari secondi posti che alla fine lui è solo al secondo anno. La vittoria arriverà, ce la può fare. La vittoria arriverà!"

Proprio su questo aneddoto, Enea mostra il suo lato più schivo e riservato: "Cosa mi ha detto Valentino? Un pò di cose. Mi ha chiesto se avessi un buon passo, cose cosi. Io spero di averlo, poi vediamo domani. Abbiamo fatto delle modifiche importanti alla moto per adattarsi a questa pista, ed hanno funzionato bene. Vedremo se domani continueranno a funzionare".

Per domani, la lotta - come di consueto in Moto3 - sarà dura: "Di sicuro ci sarà Kent in lotta, come oggi. Ma domani si aggiungeranno anche Navarro e Quartararo secondo me. Sarà una gara dove i primi giri saranno utili per fare qualche strappo. Dovremo cercare di non darci troppo fastidio. Sicuramente non sarà una gara solitaria".

Chiosa finale sulla nuova regola che impone di rispettare in ogni settore della pista un tempo non superiore al 107% per evitare il fenomeno delle scie:

"Se ha aiutato a contenere certi episodi? Un pochino si, ma comunque sia...entriamo sempre in gruppone. Forse non ha inciso come volevamo...anzi...quasi per niente (ride). Per i piloti più veloci è comunque un vantaggio. Purtroppo questo modo di fare delle scie in qualifica da prendere è un pò pericoloso come comportamento, come avvenuto a Barcellona, però non puoi farci nulla. Questo campionato, con queste moto è così!"



Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti