Tu sei qui

Moto2, Assen, FP3: Rabat detta legge

Lo spagnolo domina sul tempo e sul ritmo. Corsi 4º, Morbidelli scende al 14º posto

Un cronografo svizzero…con passaporto spagnolo. Si potrebbe tranquillamente definire così il Tito Rabat visto in pista durante la FP3 della Moto2 ad Assen. Il campione in carica ha mostrato il lato migliore di sé sullo storico TT Circuit, siglando un 1’37.287 come miglior tempo ma soprattutto inanellando una dozzina giri in 1’37 basso. Sembra così destinato a crollare il best lap di 1'37.133 di Marc Marquez, che resiste dal lontano 2012.

Gli avversari non hanno potuto far altro che, per il momento, inchinarsi. Simeon comanda il gruppo degli inseguitori a +0.228 davanti a Zarco (+0.464, unico dei primi cinque a non aver migliorato rispetto al giovedì) ed il nostro Simone Corsi (4º +0.574). Il romano continua così a confermarsi ai piani alti dopo il secondo tempo di ieri, pur avendo limato solo 5 millesimi tra la FP2 e la FP3.

Quinto tempo per Luthi davanti a Lowes, Folger, Salom, Marquez (tempo della FP2) e Rins, che chiude la top ten. In totale, i primi 14 piloti in classifica sono racchiusi in un secondo. Rientra tra questi Franco Morbidelli 17º a 1.233 nella FP3, ma 14º nella combinata. Leggermente più attardato Lorenzo Baldassarri, 19º a 1.306.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti