Tu sei qui

MotoGP, Lorenzo: le gomme mi hanno limitato

"Non sono veloce nè sul passo né sul giro secco, ma posso trovare la soluzione ai problemi"

Per un Rossi che ride c’è un Lorenzo imbronciato, colpa della Bridgestone, il principale indiziato quando l’umore del maiorchino si fa scuro. Il gommista per Assen ha portato delle coperture con una costruzione più rigida sulla parte terminale della spalla, una caratterista che piace a Valentino e che Jorge non digerisce.

Oggi non sono stato veloce sul giro secco e non ho avuto un buon ritmo - il riassunto di Lorenzo - Il perché? Non mi sento a mio agio, la moto si muove troppo in accelerazione e non riesco a entrare in curva come voglio”.

A cosa è dovuto il problema?

Alle gomme, la costruzione più dura mi svantaggia per il mio stile di guida nelle curve più veloci, slitta troppo. Non c’è niente da fare, siamo tutti nelle stesse condizioni e dobbiamo adattare la moto. E’ già successo in passato e ci siamo riusciti. Le gomme in questo caso fanno la differenza, per altri vanno meglio e per me peggio”.

Pensi di avere un potenziale maggiore?

Certo, anche se non sono troppo lontano dai primi, questione di pochi decimi. Sono sicuro di potere sistemare le cose domani, ma spero che non piova per avere tempo”.

Non sei preoccupato?

Valentino è più competitivo, le Honda vanno meglio e io non ho ancora trovato un buon setup: questo spiega la situazione. Rimango fiducioso.

Le Honda non potrebbero giocare a tuo favore nella lotta con Rossi?

Preferisco arrivare primo davanti a Valentino che quarto dietro a lui e a Marquez e Pedrosa”.

Quali sono i tuoi commenti sul nuovo telaio?

Non ci sono grosse differenza rispetto al vecchio. Oggi lo usato su entrambe le moto per avere la stessa base e potere provare assetti diversi senza variabili, ma non siamo riusciti a trovare la strada. Non ho ancora deciso se lo userò anche domani”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti