Tu sei qui

MotoGP, Rossi: io e Lorenzo stessa velocità

"Primo obiettivo migliorare un qualifica". Lorenzo: "sono in gran forma ma lo è anche Valentino"

Il campionato MotoGP si sta avvicinando rapidamente al suo giro di boa ma Rossi e Lorenzo sono quasi nella stessa situazione dell’inizio della stagione in classifica. Solo un punto - il vantaggio è dell’italiano - li divide, mentre gli avversari sono distanti.

Per il titolo la lotta si è ristretta a loro due, a meno di clamorose sorprese. Due piloti che si conoscono bene, che hanno già lottato l’uno contro l’altro vestendo gli stessi colori, con la stessa moto. La M1 quest’anno è la regina della categoria e Valentino e Jorge la stanno sfruttando al massimo delle potenzialità. Assen sarà l’ennesimo round in cui si confronteranno, stando attenti anche ai rivali, sempre pronti a inserirsi nella lotta.

Quello di Assen sarà un altro fine settimana molto intenso - riflette Rossi - Dopo sette gare, la differenza in classifica tra me e Jorge è di solo un punto e per mantenere la prima posizione dovrò arrivargli davanti. Non sarà semplice, perché Lorenzo è in grande forma, ma lo sono anch’io. Sono molto contento dell’ultima gara a Barcellona, sono stato molto vicino alla vittoria: il mio potenziale e quello di Jorge sono molto simili”.

L’Olanda è un circuito amico del Dottore, vi ha vinto 8 volte, 6 delle quali in MotoGP.

Assen mi piace, è un bel circuito e in passato ho corso delle belle gare, inoltre la nostra moto solitamente funziona veramente bene qui e quindi sarà un’altra gara importante. Sono sicuro che i nostri rivali faranno di tutto per lottare per la vittoria e dovremo tenere gli occhi puntati su di loro. Per prima cosa, devo migliorarmi in qualifica per potere partire da una posizione migliore.

Lorenzo parte con la fiducia che gli garantiscono le quattro vittorie consecutive. In Catalogna ha sudato per tenere testa a Rossi, ma alla fine l’ha spuntata ugualmente.

Assen è nella lista delle mie due o tre piste preferite, ho sensazioni positive in questa pista e pochi brutti ricordi, soprattutto è un posto dove mi piace correre - le sue parole - Prima di tutto perché è un tracciato disegnato per le moto e ha un layout fantastico, veloce e con curve molto veloci. Arrivo in ottima forma dopo avere conquistato quattro vittorie di fila. L’ultimo GP a Barcellona è stato molto duro e Valentino ha dimostrato di essere anche lui in gran forma. La moto sta andando veramente bene e penso che Assen si adatterà perfettamente, anche se non si può mai essere sicuri. Il meteo in Olanda è sempre un’incognita e dovremo aspettare per scoprire se pioverà o meno”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti