Tu sei qui

SBK, Giugliano: caduta strana, ho avuto paura

"Brutto sbattere nuovamente sulla schiena dopo l'Australia, ma l'importante era rialzarsi subito"

Senza lo zampino "illlustre" di Max Biaggi, la coppia ufficiale Ducati avrebbe chiuso al vertice il venerdì di prove della SBK a Misano. A Borgo Panigale, nonostante l’exploit del romano con i rivali di Noale, preferiscono comunque vedere il proverbiale bicchiere mezzo pieno. Sia Davide Giugliano che Chaz Davies sono a due decimi dalla vetta, impegnati in una lotta ad armi pari con Aprilia e Kawasaki, e pienamente in lizza per ricoprire un ruolo da protagonisti domenica. I primi passi della Panigale in Riviera, però, non sono stati propriamente facili. Scassa ha riportato la frattura della clavicola, e Giugliano ha rischiato un altro infortunio grave in seguito ad un high-side nel giro di uscita durante la FP1.

“Ancora non abbiamo capito la causa della scivolata – ha detto Giugliano, mentre la squadra ha ufficialmente escluso i malfunzionamenti di elettronica ipotizzati inizialmente – Non è bello iniziare così. È stata una caduta strana. L'importante è che sia riuscito a rialzarmi subito, ma ho avuto paura per il mio fisico, perché ho battuto nuovamente sulla schiena e, dopo lo spavento di Phillip Island, è normale provare certe sensazioni”.

Come ti senti ora?

“Ho lividi in tutta la parte destra del corpo, dalla gamba all’inguine e la schiena. È difficile guidare così, ma sono molto a mio agio su questa pista e, nonostante abbia fatto un turno solo, abbiamo chiuso col secondo tempo. Dobbiamo ancora migliorare sotto alcuni aspetti, ma sono abbastanza ottimista”.

La scivolata pomeridiana ha a che fare con le tue condizioni fisiche precarie?

“No, quella ci può stare, sono entrato un po’ troppo veloce e leggermente fuori traiettorie con le gomme nuove alla Quercia, una curva difficile da interpretare”.

Soddisfatto anche Chaz Davies, nonostante i problemi all’anteriore riscontrati a Portimão non siano ancora spariti del tutto.

“La riasfaltatura del tracciato lo ha reso più omogeneo, ma anche un po’ più liscio – ha detto il gallese – Spero possa migliorare nel corso del weekend. Continuiamo a lavorare soprattutto sull’anteriore della moto, come abbiamo fatto anche a Portimao, e anche se non abbiamo trovato niente di rivoluzionario, abbiamo visto qualche miglioramento oggi. Abbiamo trovato anche un buon passo. Tutto sommato, un buon inizio di weekend”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti