Tu sei qui

SBK, Dovizioso: Biaggi non mi ha sorpreso

"Max sapeva di essere veloce. Correre in SBK? Non dico di no per partito preso, non voglio fare il divo"

Andrea Dovizioso gironzola con lo scooter al bordo della pista, mentre i colleghi della SBK sfrecciano sul tracciato di Misano. Il forlivese non si è fatto scappare la possibilità di assistere alla prima giornata di libere sul circuito a pochi chilometri da casa. Il suo è un occhio attento, “per capire bene le cose devi vederli a bordo pista, solo lì capisci come stanno le cose. Non ho avuto molto tempo, ma ho potuto osservare le differenze delle loro linee rispetto alla MotoGP, come guidano, dove sono aggressivi”, spiega.

Hai avuto qualche sorpresa?

Guardo sempre le gare della Superbike da casa e oggi ho avuto delle conferme”.

Biaggi ti ha stupito?

Se Max ha deciso di tornare è perché sapeva di essere veloce. Oggi lo è stato, anche se avendo fatto dei test qui è partito avvantaggiato, a posto con il setup e con già il giusto ritmo. Non mi ha sorpreso vederlo davanti, ma bisogna aspettare e capire quando potranno migliorare gli avversari domani.

Ha quasi 44 anni, ti immagini ancora in gara alla sua età?

Mai dire mai, però il mio obiettivo non è correre finché avrò la possibilità di farlo ma finché sarò competitivo. Non mi interessa gareggiare a tutti i costi, lo farò fino a quando potrò essere competitivo”.

Come hai trovato il paddock della SBK?

“E’ un ambiente molto diverso e più rilassato rispetto a quello della MotoGP. I piloti sono più liberi di fare quello che vogliono, una cosa che piacerebbe anche a noi ma non ne abbiamo la possibilità”.

Hai mai pensato di provare la Panigale?

Essendo un appassionato mi piacerebbe guidarla per capire come si comporta. Purtroppo abbiamo un programma di lavoro molto stretto e non c’è materialmente il tempo per farlo”.

Hai mai valutato la possibilità di correre in SBK in futuro?

Dipende da tante cose, il campionato è cambiato molto negli ultimi anni. Dovrei considerare i regolamenti e il livello degli avversari. A me piace correre e non dico ‘no’ alla SBK per partito preso, non mi interessa essere un divo”.

Si può già fare un pronostico sul fine settimana della Ducati?

E’ presto soprattutto perché oggi Giugliano è caduto al mattino e ha potuto girare poco. Inoltre sul giro secco ci sono molti piloti vicini, ma non è la realtà se si considera il passo. L’unico a essere già veloce anche nel ritmo è Biaggi, l’ho visto guidare molto bene e soprattutto fluido”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti