Tu sei qui

Moto3, Bastianini: mi manca un po' di sicurezza

"Kent fa la differenza negli ultimi giri ma arriverà anche il mio momento"

Enea Bastianini ha dovuto accontentarsi ancora una volta - la terza in questa stagione - della piazza d’onore. Dopo la pole position di ieri, il pilota di Gresini ha lottato dal primo all’ultimo giro a Barcellona, prima di arrendersi al solito Kent per un battito di ciglia di 35 millesimi. Danny ed Enea guidano anche la classifica iridata, anche se ora lo svantaggio dell’italiano ha raggiunto quota 51 punti.

Qual era la strategia per vincere?

Avrei voluto attaccare Kent all’ultima curva, ma all’uscita della penultima non mi è entrata la quarta marcia e non sono riuscito ad arrivargli abbastanza vicino per tentare il sorpasso. Non è stata una gara facile a causa del caldo ma sono arrivati comunque 20 punti importanti. Danny si è meritato questa vittoria.

Dove riesce a fare la differenza?

Riesce a tenere delle traiettorie molto efficaci che io non posso ancora seguire, anche se mi sto avvicinando. So dove dobbiamo migliorare: nelle curve lente e nei punti in cui si deve parzializzare il gas. Oggi Kent era più veloce di me, lo ammetto, ma se fossi stato più vicino all’ultima curva avrei provato a batterlo”.

Però sei tu il suo principale avversario.

Sì, ma anche Oliveira oggi andava molto forte, sopratutto nelle curve più lente. Kent arrivava da tre vittorie e questo gli ha dato una sicurezza negli ultimi giri. Io non ho ancora vinto, non sono abituato come lui, e questo può fare la differenza nel finale. Sono stato di nuovo secondo, un po’ scoccia ma non sono arrabbiato, so che il mio momento arriverà”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti