Tu sei qui

Moto3, Bastianini: battere Kent non è impossibile

"Sarà una gara ristretta a tre o quattro piloti. L'obiettivo è staccare tutti prima del traguardo"

Probabilmente Enea Bastianini ha fatto più fatica a portare a termine la sua prima conferenza stampa del sabato in inglese che il giro record che gli ha consegnato la pole position a Barcellona. Il pilota di Gresini se l’è comunque cavata, con la speranza che debba di nuovo mettere alla prove le sue conoscenze linguistiche.

Enea, come ti senti?

E’ una bellissima sensazione, è una grande soddisfazione per la mia famiglia e per tutta la squadra che ha lavorato tanto. Venerdì non avevo iniziato benissimo, avevo fatto un bel volo, ma abbiamo recuperato bene”.

A chi dedichi la tua prima pole?

A mio papà Emilio e a mia mamma Antonella, e poi al team e a Fausto che mi ha dato questa opportunità.

Ti aspettavi un risultato simile prima di arrivare a Barcellona?

“Lo scorso anno ero andato bene, in gara avevo fatto 2°, ma sto usando una moto nuovo in questa stagione e non era facile aspettarsi la pole. Sono contento, ma l’importante arriverà domani”.

Che tipo di gara ti aspetti?

Non credo che il gruppo di testa sarà numeroso come al solito in Moto3, penso che saremo in 3 o 4 piloti a giocarcela. Quali? Io, Kent, Navarro e Antonelli”.

Kent è il nemico numero uno?

Danny va molto forte, non è facile stargli dietro e soprattutto davanti! (ride). Io darò tutto dal primo giro, cercando magari nel finale di dare quello strappo che mi metta al riparo da attacchi sul traguardo. Ho 47 punti di svantaggio rispetto a Kent, sono tanti ma recuperarli non è impossibile”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti