Tu sei qui

Moto2, FP2: Zampata di Cortese, 8° Corsi

Il tedesco precede Zarco e Rins, fuori dai primi dieci Morbidelli e Baldassarri

Questa volta ha voluto tirare fuori gli artigli. Non si è risparmiato nella seconda sessione di prove libere Sandro Cortese. Il tedesco, in ombra in questa prima parte del campionato, così come nella mattinata (soltanto sedicesimo con 1” di ritardo) ha siglato il miglior riferimento del venerdì, siglando il crono di 1’47”127. Due decimi più lento rispetto quanto dimostrato in FP1 da Johann Zarco. Il leader del mondiale questa volta ha mancato la doppietta per soli 17 millesimi, perdendo nell’ultimo settore della pista.

Chi sorprende è senza dubbio Alex Rins (+0.137). Nonostante il problema fisico, lo spagnolo accusa poco più di un decimo dal francese, precedendo Lowes (+0.154). Una sessione davvero sfortunata per l’inglese, finito a terra senza però riportare conseguenze. Peggio è andata a Tito Rabat, sesto. L’alfiere del team Marc VDS al momento ha preferito risparmiarsi, accusando oltre due decimi dal tedesco. Il campione in carica della classe intermedia vorrà senza dubbio confermare quanto fatto due settimane fa al Mugello. C’è chi invece il Mugello se lo vuole scordare, perché finito a terra dopo soli tre giri. È il caso di Thomas Luthi, quinto nel pomeriggio con 23 millesimi di vantaggio sullo spagnolo.

In difficoltà i nostri portacolori italiani. L’unico pilota della pattuglia azzurra a comparire nella top ten è Simone Corsi (+0.320),  autore dell’ottavo tempo davanti a Simeon e Folger. L’alfiere Forward migliora di mezzo secondo quanto fatto in mattinata, mentre rincorre il compagno di squadra Lorenzo Baldassarri, soltanto 16° a oltre sette decimi dal crono di Cortese. Nel mezzo Franco Morbidelli, 12°, con solo nove millesimi di ritardo nei confronti del malese Shah.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti