Tu sei qui

MotoGP, Lorenzo: "Marquez non può più sbagliare"

"Sto vivendo un bel periodo. Saremo in 6 per la vittoria, in Formula 1 certe cose non accadono"

Per Lorenzo e Marquez il GP di Catalogna è la gara di casa, ma lo affrontano con stato d’animo molto diverso. Jorge è in uno dei momenti migliori della sua carriera e ha la spinta delle tre vittorie consecutive. Marquez invece sta facendo fronte a difficoltà inaspettate e deve risollevarsi.

Per entrambi la gara di Barcellona è importante e nessuno dei due vuole fallire. “E’ vero, sto vivendo un bel periodo e stiamo lavorando bene nel box, ma quello che è successo in passato non garantisce niente. Nelle prime tre gare dell’anno sono stato fuori dal podio e potrebbe succedere ancora - ­ sottolinea il maiorchino. ­ Quello che mi fa ben sperare è che qui, lo scorso anno, nonostante qualche problema in uscita di curva sono riuscito a lottare per la vittoria: significa che la M1 va bene e rispetto al 2014 è ancora migliorata. So anche che siamo in 6 piloti a giocarci la vittoria, è bello in Formula 1 certe cose non accadono”.

A proposito di ricordi, impossibile dimenticare la lotta con Rossi nel 2009. Valentino potrebbe scriverci un libro, io non me la voglio ricordare così bene -­ scherza sulla sua sconfitta. E’ stata una delle più belle battaglie nella storia della MotoGP e Valentino mi ha battuto perché aveva più esperienza di me ed è stato più intelligente. Non so se possa riaccadere, ma non preoccupatevi ci saranno altre sfide in futuro”. Magari anche con Marquez, anche se ora è in difficoltà. “Non chiedetemi di dargli consigli, anzi a me va bene così ­ ride ­ Scherzi a parte, ogni situazione è diversa dall’altra. Quando in MotoGP hai qualche problema poi tutto diventa difficile, ma appena lo risolvi tutto si normalizza. E’ come un bomber che non riesce a segnare, appena fa il primo gol poi tutto diventa facile. Per questo credo che Marc possa recuperare i 49 punti di svantaggio, nelle corse bastano un errore o un guasto per riaprire tutto. Però ora Marquez non può più sbagliare”.

Il piccolo diavolo sa che deve dare una svolta alla sua stagione e Barcellona è un’occasione ghiotta. Questo non significa che sia facile, ma Marquez non è pilota da sottovalutare. “Dopo il Mugello mi sento più fiducioso, nei test del lunedì anche se abbiamo usato le Michelin abbiamo trovato qualcosa di meglio -­ spiega -  ­ Qui avremo un nuovo scarico, qualche idea da verificare e qualche altro pezzo che non voglio svelare. So che in una stagione ci sono alti e bassi ma 49 punti non sono impossibili da recuperare, non voglio pensare altrimenti”.

Sembra però che Marc non sappia accontentarsi e le cadute di Argentina e Mugello sono figlie di questo atteggiamento. “La gara è il momento in cui prendere dei rischi, in Italia l’ho fatto. Però quando guidi al limite in ogni curva è facile sbagliare ­ - rifletteQuello che è successo non cambia la mia mentalità, anche qui darò il 100% domenica”. Sperando di non superare il limite.A volte te ne accorgi solo quando sei a terra- ­ scherza - ­ L’obiettivo principale è tornare a divertirmi in sella e vincere. So che abbiamo bisogno solo di tempo e non è facile trovare la soluzione nel weekend di gara. I test di lunedì saranno molto importanti in questo senso”.











Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti