Tu sei qui

La Polini Italian Cup a Pomposa

Terzo round del campionato, ospite d'onore a bordo pista Enea Bastianini

La Polini Italian Cup a Pomposa

Giro di boa per la Polini Italian Cup, che nel primo weekend di giugno ha fatto tappa a Pomposa (FE), per il terzo round della stagione. Un circuito storico, nato nel 1959, ed oggi uno dei più attivi d’Italia con i suoi 1200 metri di lunghezza. Le alte temperature, il forte caldo e il sole cocente non hanno impedito il regolare via allo spettacolo, con oltre 70 piloti in pista per le prove libere e cronometrate al mattino, e le due manche di gara nel pomeriggio.

In pista, spettatore di questo caldo appuntamento, anche uno dei grandi protagonisti del Mondiale Velocità classe Moto3: Enea Bastianini, pilota del Gresini Junior Team.

70 Evolution Amatori - Gara ricca di sfide quella della categoria Amatori, con oltre 20 piloti presenti al via: una categoria combattutissima, con una classifica che vede tutti i piloti vicinissimi tra loro, staccati di minime lunghezze, e che sicuramente rimarrà aperta sino all’ultimo. Arrivato a Pomposa al comando della classe, Guido Conforti non è riuscito a brillare e nonostante tutti i buoni propositi, chiudendo quinto nella prima manche e sesto nella seconda. Un vero peccato, perché anche se per solo un punticino, ha perso la leadership di campionato. Questa terza prova della Polini Italian Cup è stata all’insegna di Gabriele Beghelli che, arrivato a questa gara quinto in campionato, con due vittorie nette si è anche aggiudicato la prima posizione. Uguale la top three nelle due manche, nonostante diversi colpi di scena, soprassi ed errorini: seconda posizione per Mattia Ciuffolo e terza per Emilio Maione.

Sul podio di fine giornata: Beghelli, Ciuffolo e Maione.

Pit Bike - Le Pit Bike hanno dato il via alle gare. Ancora una volta a dettare legge e ritmo è stato Gabriele Camorcia: dopo due straordinarie vittorie nei precedenti appuntamenti, anche in questa gara ha dominato in entrambe le manche di gara, senza lasciare spazio agli avversari. Ad ostacolare i suoi piani di vincitore assoluto ci ha provato Matteo Tortosa in Gara 1, mentre in Gara 2 Niccolò Castellini. Ma se nella prima manche Camorcia è riuscito a concludere con un buon margine, nella seconda l’ufficiale del Team Polini non ha mollato la presa sino all’ultimo, quando si è trovato al limite massimo ed è caduto a soli due giri dalla fine. Buona gara anche per Marco Berlini, in lotta con Marco Caddeo per la quarta posizione in Gara 1, e terzo in Gara 2 dopo aver caduto la seconda posizione a Tortosa. Davvero peccato per la seconda manche di Castellini, che l’ha visto concludere in quarta posizione nonostante la scivolata.

Sul podio di fine giornata: Camorcia, Tortosa, Berlini.

70 Evolution Open - Altro sensazionale successo per il Team Polini con Filippo Corsi. Matteo Tiraferri, storico avversario, ha affrontato il weekend di gara sotto antibiotici a causa di un doloroso ascesso. Ma non è stata la debilitazione fisica ad impedirgli di dare del filo da torcere al suo compagno di squadra. Infatti Matteo, purtroppo, ha potuto dare battaglia a Filippo solo in Gara 2, in quanto nella prima manche, proprio mentre era pronto a partire, è stato costretto ad uscire di pista a causa di un problema tecnico. Ci hanno provato Andrea Vignone e Nicolò Castellini a mettergli i bastoni tra le ruote, concludendo però rispettivamente secondo e terzo, alzando le mani innanzi al suo incessante ritmo. È stato Corsi show anche in Gara 2, dove ha replicato l’abisso della prima manche. A darsi battaglia per la seconda posizione Castellini, Tiraferri e Marco Moroni.

Con questa doppia vittoria ora Filippo è al comando del campionato, davanti a Vignone e Tiraferri.

Sul podio di fine giornata: Corsi, Castellini e Vignone.

70 Evolution Supersport - Sicuramente i piani di Cristian Picciallo erano ben diversi per questo fine settimana. Arrivato a Pomposa leader della classifica, con in tasca la vittoria di Ottobiano, i suoi propositi erano quelli di replicare il successo dell’ultima gara, portando a casa altri importantissimi punti per la classifica. Invece sono stati Daniel Penzo e Marco Girardi a mettere la propria firma sulla terza gara della Polini Italian Cup, rispettivamente con una prima ed una terza posizione in entrambe le manche. Unico rammarico per Penzo è di non aver fatto sua anche Gara 2: primo sino al quarto giro, a causa di un errore è stato costretto ad interpretarsi grande protagonista di una spettacolare rimonta. Grande giornata anche per Alessandro Schiappa, due volte secondo sempre in lotta per la vittoria.

Sul podio di fine giornata: Girardi, Penzo e Schiappa.

Vespa 135 - Oltre venti le Vespe in pista per il terzo appuntamento della stagione. A Pomposa il forte caldo e il sole cocente non hanno fermato gli appassionati di questa straordinaria due ruote. Dopo aver fatto sua la pole nella mattinata, è stato il leader di campionato Nazareno Lumina ad imporsi in entrambe le gare. Dopo una bella terza posizione in Gara 1, nella seconda manche Matteo Piacentini ha messo in atto una grande rimonta dopo un errore che lo ha visto passare dalla quarta all’undicesima posizione. Alla fine il Campione Vespa 2014 è riuscito a chiudere quinto, con la delusione di non essere però riuscito a salire sul podio di giornata. Seconda posizione per Ivan Camera, bravo nel tenere testa prima a Piacentini, e poi a Marco Leaso, che ha chiuso secondo la manche numero due davanti a Cristian Mammi.

Sul podio di fine giornata: Lumina, Leaso e Camera.

100 Big Open - Dopo la doppia vittoria a Ottobiano, il leader della classifica Stefano Scribano era nettamente il favorito anche per questo terzo appuntamento di stagione. A cercare di mettergli i bastoni tra le ruote, scombussolandogli i piani, ci ha provato Stefano Bartolini, che non gli ha reso facile la giornata. Quarto in Gara 1, conclusa con Scribano vincitore su Nico Morelli e l’ufficiale Polini Julien Vitali, in Gara 2 è riuscito a portare a casa la prima posizione tenendo la testa della corsa dal primo giro davanti a Scribano e Vitali. Due quarte posizioni per Matteo Tiraferri e una sesta ed una quinta per Adriano Sisti.

Sul podio di fine giornata: Scribano, Bartolini e Vitali.

Così in campionato:

PIT BIKE 125cc 4T

1. Camorcia 150; 2. Tortosa 108; 3. Castellini 105; 4. Berlini 81; 5. Leporati 62; 6. Caddeo 43; 7. Bonanno 24; 8. Valente 19; 9. Paccagnella 18.

SCOOTER 70cc AMATORI

1. Beghelli 101; 2. Conforti 100; 3. Inversini 80; 4. Frigè 70; 5. Russo 69; 6. Loia 47; 7. Tentoni 44; 8. Cionna 42; 9. Ciuffolo 40; 10. Maione 32; 11. Saccani 29; 12. Mazzesi 28; 13. Mihael 26; 14. Protti 25; 15. Novelli 24; 16. Berglez 23; 17. Illuminato 9; 18. Giacomin 9; 19. Rubino 6; 20. Sfiller 5; 21. Gelli 5; 22 Ferrante 4; 23. Terzini 3.

SCOOTER 70cc EVOLUTION OPEN

1. Corsi 120; 2. Vignone 93; 3. Tiraferri 92; 4. Moroni 78; 5. Scribano 72; 6. Castellini 71; 7. Gabellini 60; 8. Zani 34; 9. Tarabella 29; 10. Birteli 18; 11. Russo 9; 12. Berlini 7.

SCOOTER 70cc AMA SUPERSPORT

1. Picciallo 84; 2. Schiappa 83; 3. Penzo 76; 4. Botti 74; 5. Girardi 70; 6. Calce 69; 7. Ziarelli 68; 8. Lazzoni 63; 9. Koren 48; 10. Costa 39; 11. Bessard 33; 12. Mancuso 17; 13. Pagliaccia 13; 14. Stevanoni 12; 15. Daldosso 11.

VESPA 135cc

1. Lumina 133; 2. Leaso 103; 3. Piacentini 93; 4. Camera 67; 5. Bigarella 58; 6. Mammi 58; 7. Larcher 56; 8. Brugnolaro 46; 9. Rutigliano 43; 10. Bianchini 26; 11. Costa 24; 12. Donati 24; 13. Cunti 23; 14. Meucci 21; 15. Pieropan 15; 16. Rigotti 13; 17. Bosello 3; 18. Bressan 0.

SCOOTER 100 BIG OPEN

1. Scribano 140; 2. Morelli 101; 3. Bartolini 91; 4. Vitali 81; 5. Sisti 78; 6. Tiraferri 49; 7. De Carolis 43; 8. Mihael 40; 9. Rota 37; 10. Pagliaccia 28; 11. Pelle 23; 12. Giannecchini 21; 13. Righetti 16.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti