Tu sei qui

Il nuovo casco di Stoner per la 8 Ore

Svelata alla sede Nolan la grafica speciale che Casey indosserà per la gara di Suzuka

Il prossimo 26 luglio Casey Stoner tornerà in pista per la 8 ore di Suzuka e per questo storico evento indosserà il nuovo casco racing X-802RR Carbon Fitting. Un modello top di gamma che il pilota ha presentato in Nolan nel corso di una conferenza stampa indetta dal brand tutto italiano.

Ad aprire la conferenza è stato il Presidente Nolangroup Alberto Vergani che ha espresso il suo orgoglio per questo momento: “avere Stoner qui con noi oggi è un privilegio, perché raramente viene in Europa. Abbiamo creduto in lui fin dai suoi esordi e rimarremo sempre con lui. E oggi è un piacere sapere che sarà di nuovo in gara in Giappone con il nuovo X-802RR Carbon Fitting. Il casco è stato sviluppato dal nostro reparto corse ascoltando i suggerimenti dei nostri 37 piloti che lo stanno testando in tre diversi campionati, ma per Casey sarà una novità. Proprio come per tutti i consumatori che potranno acquistarlo da gennaio 2016”.

Una stima reciproca espressa anche dallo stesso Casey: “ho sempre apprezzato la qualità dei prodotti Nolan e la professionalità del loro reparto corse, per questo sono felice di essere qui oggi. Non vedo l’ora di provare questo nuovo casco che per me è anche stato realizzato in una speciale grafica per questa occasione”.

In questa versione, il classico canguro, simbolo della sua terra d’origine, compare con tratti più netti ed incisivi, a simbolizzare la voglia del campione di tornare a graffiare le piste. I classici rosso, blu e bianco, colori da sempre usati da Stoner, si combinano a formare antichi simboli aborigeni, ulteriore rimando all’Australia.

Il nuovo X-802RR Carbon Fitting si contraddistingue per la nuova imbottitura interna di conforto con filamenti di carbonio attivo. Un’imbottitura altamente performante che darà ai piloti notevoli benefici perché limita le contrazioni muscolari, i crampi e l’affaticamento, favorendo invece la circolazione sanguigna. Grazie al carbonio attivo questo tipo di interno favorisce il controllo dell’elettricità statica, è quindi antistatico e dissipativo, cioè assorbe e disperde le cariche elettriche  limitandone lo scaricarsi nel corpo.   I benefici saranno evidenti anche per tutti i motociclisti perchè tale tessuto è anche traspirante e termoregolatore, accelera cioè la dispersione dell’umidità, favorisce l’evaporazione del sudore e mantiene costante la temperatura. Infine è 100% naturale, privo di prodotti chimici e batteriostatico perché rispetta la pelle e la protegge da batteri e agenti inquinanti limitando il rischio di allergie.

Per evidenziare meglio quanto questo tessuto sia performante è possibile rifarsi a test condotti in ambito atletico, volti a raffrontare la performance di atleti che indossavano capi tecnici con carbonio con quella di atleti che indossavano capi tecnici tradizionali.

Questi i risultati:

•    l’aumento della temperatura corporea è tre volte inferiore nei primi che nei secondi;

•    il fabbisogno di ossigeno dei primi si è abbassato durante lo sforzo di 3 litri/minuto;

•    la frequenza cardiaca dei primi è risultata di 4 battiti al minuto inferiore a quella dei secondi;

•    la concentrazione di acido lattico è risultata il 12% inferiore nei primi che nei secondi.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti