Tu sei qui

MotoGP, Marquez: bisogna rimboccarsi le maniche

"Lavoreremo duro per sistemare la moto e ripetere la vittoria dello scorso anno a Barcellona"

Iscriviti al nostro canale YouTube

Dopo un weekend in salita al Mugello – Marc Marquez a terra e Dani Pedrosa il primo degli esclusi dal podio – il team ufficiale Honda si presenta al circuito di Montmeló (Barcellona) con ancora più voglia di riscatto. La missione? Fermare la cavalcata di Lorenzo e Yamaha, ed arginare le arrembanti Ducati. Molto dipenderà dalle amorevoli cure del team HRC alla RC213-V, afflitta da un “male oscuro” derivante da un motore aggressivo e non ancora perfettamente gestibile nell’erogazione.

“Cadere al Mugello è stata una delusione, ma può succedere quando si guida al limite – ha detto Marquez, ora a 49 punti dal vertice della classifica iridata dopo il secondo “zero” in stagione – In Catalogna corro in casa, e bisognerà lavorare molto per sistemare la moto. Lo scorso anno ho vinto, e proverò a ripetermi davanti a miei tifosi. Mi piacerebbe fare una bella lotta e dare spettacolo”.

Sul tracciato catalano, lo stesso Pedrosa può vantare ottimi risultati, avendo vinto in ogni categoria (125 nel 2003, 250 nel 2005, e MotoGP nel 2008). I fastidi al braccio sono ormai un ricordo per il pilota di Sabadell, che può finalmente puntare a risultati di prestigio dopo un inizio di stagione simile ad un calvario.

“Al Mugello ho potuto constatare che il braccio va sempre meglio – ha dichiarato il catalano – Ho continuato a fare riabilitazione, ma sarà un fine settimana molto impegnativo, perché ci restano alcuni problemi da risolvere. La messa a punto è fondamentale, perché su questo tracciato si passa molto tempo in piega. Spero che il meteo regga, e di poter trarre energia dai nostri fan”.

GUARDA IL VIDEO

 

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti