Tu sei qui

SBK, Terol-Althea, il divorzio è servito

Lo spagnolo non ha preso parte ai test post-gara. Canepa e Fabrizio in lista d'attesa

L’avventura di Nico Terol (ex-iridato della 125) in SBK fin qui non è stata, per usare un eufemismo, entusiasmante. Lo spagnolo, sesto a Phillip Island al debutto, è poi riuscito a chiudere nella Top 10 soltanto in tre occasioni. L’infortunio di Assen al polso, che gli ha fatto saltare Imola, sembra avere poco a che fare con il rendimento sotto le aspettative (54 punti e 13ª posizione in campionato, contro gli 88 del compagno di squadra Baiocco, settimo nella classifica iridata), tanto che Terol non ha preso parte ai test post-gara a Portimão e manca solo l’ufficialità del divorzio con il team Althea.

“Abbiamo avuto un confronto pacato – ha detto sulle righe di SpeedWeek il team manager Genesio Bevilacqua che, contattato telefonicamente, non ha confermato né smentito le dichiarazioni – Credo che continuare così sia troppo pericoloso per lui. È troppo lontano dalle prestazioni del team ufficiale e degli altri piloti Ducati. Ci aspettavamo che Nico fosse più veloce di Baiocco, invece è stato il contrario. Non possiamo continuare insieme”.

Il candidato numero uno a prendere il suo posto è  Niccolò Canepa. Il 27enne genovese si guadagnerebbe così di diretto l’epiteto di Ulisse, cambiando per la terza volta moto nell’arco della stagione dopo l’inizio con EBR ed una breve parentesi con Kawasaki insieme a Grillini. Per Canepa e Althea si tratterebbe comunque di una “reunion”, dal momento che pilota e squadra hanno partecipato (senza troppa fortuna) insieme lo scorso anno al campionato con una Panigale EVO. In lista d’attesa, ma con poche speranze, c’è anche Michel Fabrizio, già sostituto di Terol ad Imola.

ULTIMORA - E' ufficiale, con la gara di Portimao si è concluso il sodalizio tra il Team Althea e Nico Terol.

Nico Terol e Althea Racing Team decidono congiuntamente di non proseguire il loro rapporto. Tale triste decisione è stata presa alla luce dei risultati che purtroppo non si sono concretizzati nonostante il grandissimo impegno da parte del pilota e della squadra. Sia Terol che il Team Althea sono stati entrambi campioni del mondo e coincidenza anche nello stesso anno, il 2011, e per questo che le aspettative sono alte e che non potendo realizzare ognuno per se e poi insieme i propri obiettivi hanno costretto le parti ad optare per una consensuale separazione. Il Team Althea ringrazia Nico Terol, per la sua alta professionalità e per lo sforzo profuso nel tentativo di raggiungere il successo sperato augurandogli di trovare maggior soddisfazione per il futuro e ritrovare la giusta via che lo riporti al sorriso e al successo che merita.

A breve il Team annuncerà il suo sostituto.

Nico Terol: “Questa sfida per me era iniziata con grande entusiasmo. Mi sono subito sentito molto bene con la squadra e con la moto già dalle prime prove, il che mi ha fatto pensare che stavo ritrovando le sensazioni giuste per ricominciare ad andare veloce. Ma le cose si complicano ancora dopo aver subito diverse cadute e dopo un infortunio che mi ha fatto tornare indietro. Credo che per il bene di entrambe le parti, la soluzione migliore sia quella di prendermi una pausa. Il Team sta lavorando sodo e non posso ripagare la loro fiducia in questo modo, anche se da parte mia c’è tutta la buona volontà. Posso solo ringraziare Genesio Bevilacqua e tutta la squadra per questi mesi passati insieme. Adesso devo solo fermarmi per riflettere e trovare un modo per tornare a sentirmi un pilota forte cercando di voltare pagina dopo quest’anno e mezzo molto duro per me”.

Genesio Bevilacqua: “Voglio ringraziare Nico per questo seppur breve rapporto che abbiamo avuto in questi mesi perchè prima di essere un pilota si è dimostrato umanamente un ragazzo straordinario. Abbiamo tentato insieme la strada che potesse riportarlo in alto e il Team non si è mai risparmiato a cercare di andare incontro a tutte le esigenze del pilota. E’ triste ma reale il fatto che non abbiamo avuto i reciproci riscontri Voglio solo augurare a Nico tutto il bene per il futuro e che questo periodo di sua incertezza agonistica che lo ha assalito possa presto sparire e tornare il grande campione che è stato e soprattutto che gli torni il sorriso divertendosi in moto. A nome mio personale ma anche di tutto lo staff Althea un grande augurio per il suo futuro”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti