Tu sei qui

Portimao,Stock1000: Tamburini riapre i giochi

Vittoria del pilota BMW che interrompe la cavalcata di Savadori

Ed ora se ne vedranno delle belle da qui fino alla fine di questo acceso mondiale delle Superstock1000. Con la bella affermazione di oggi, Roberto Tamburini riduce a 25 punti il distacco in classifica dal suo rivale e riapre la corsa per il titolo di categoria, quando mancano tre round al termine. Una gara da gustare tutta di un fiato quella che hanno saputo regalare questi ragazzi terribili ,che oltre a grandi doti di guida sanno mettere in campo la grinta ed il coraggio di chi non ha nulla da temere e che ha la fame, la voglia di arrivare lassù nell’olimpo dei grandi. Quando arriverà quel giorno non ci è dato ancora saperlo, ma se le premesse sono queste, non si dovrà attendere molto prima che la pattuglia italiana torni a crescere anche nella categoria superiore.

Roberto Tamburini e Lorenzo Savadori, senza dimenticare Raffaele De Rosa, risorto a nuova vita con il team di Genesio Bevilacqua, stanno dimostrando che le carte in regola ci sono tutte. A riprova di ciò, dopo quello di Donington, ecco di nuovo un podio tutto tricolore che oggi a Portimao ha sventolato incontrastato sul palco delle premiazioni.

LA GARA – Allo scattare del semaforo è Savadori che brucia tutti sul tempo e si porta subito in avanti a dettare il suo ritmo con Tamburini che perde l’occasione della pole, ma riesce a piazzarsi dietro a controllare le mosse del rivale. Dietro è lotta tra Raffaele De Rosa e Ondej Jezek, sulla Ducati del team Barni, con il pilota campano che cerca subito di liberarsi dallo scomodo avversario per non perdere contatto con il duo di testa. Duo che forse cincischia un po’, alzando il ritmo e subendo la rimonta da dietro di De Rosa che gira mezzo secondo più forte, con a rimorchio Jezek e l’alfiere della Yamaha Kevin Coghlan.

Al decimo passaggio Tamburini decide di rompere gli indugi e dopo aver superato Savadori  aumenta decisamente il suo passo rifilando al suo immediato inseguitore poco più di un secondo in appena tre giri. Un vantaggio che “Tambu” gestirà sino alla bandiera a scacchi con un arrivo in solitaria tornando alla vittoria dopo la prima gara di Aragon ed interrompendo una serie di tre successi consecutivi del rivale sull'Aprilia RSV4. Dietro è bella bagarre tra Savadori e De Rosa, con il primo che riesce ad avere la meglio di due decimi sull’avversario nonostante dei problemi di aderenza lamentati a fine gara. A chiudere ecco trovare Ondrej Jezek giù dal podio e Coghlan, con i due che tagliano appaiati il traguardo.

In classifica campionato Savadori sempre al comando, davanti a Tamburini, con 115 punti a fronte dei 90 del rivale. Jezek è terzo a quota 66, mentre De Rosa con il podio di oggi è quarto a 65. Il prossimo appuntamento sarà sul “Marco Simoncelli di Misano Adriatico” il weekend del 20-21 giugno.

Di seguito l'ordine completo di arrivo:



 

 

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti