Tu sei qui

SBK, Portimão, FP3: testa a testa tra Rea e Giugliano

Kawasaki al comando ma il romano è a 12 millesimi. Terzo Sykes davanti alle Aprilia

Continuano a marcarsi a uomo, Jonathan Rea e Davide Giugliano, a Portimão. Al termine della FP3, ultima e decisiva sessione per guadagnare l’accesso diretto alla Superpole 1, i due (che hanno girato in tandem per gran parte della sessione) sono separati da soli 12 millesimi. In cima alla classifica dei tempi troviamo il pilota Kawasaki leader del campionato con un 1'42.916. Il nordirlandese è stato anche autore di una simulazione da 15 giri, con un ritmo di 1’43 e mezzo.

Prove di gara anche per il romano, a lungo in pista con gomma usata a inizio turno. mostrando un passo simile a quello di Rea, mediamente un decimo più lento, ma continua a perdere all’ultima curva, dove accusa un paio di decimi dai migliori. “Stiamo andando bene, cambiare l’approccio di lavoro (facendo più giri e lavorando di più sull’usura delle gomma, ndr) sta dando dei frutti positivi – ha commentato – A fine turno ho fatto un ulteriore passo avanti, ed anche con gomma usata il passo è buono. Manca qualcosa nell’ultima curva ma è colpa mia, devo ancora trovare la linea perfetta. Farò un long-run per cercare conferme nella FP4”.

Terzo tempo per Tom Sykes (+0.050), ultimo vagone del trenino che sta dettando l’andatura. Il vice-campione, come Giugliano, accumula la maggior parte del distacco al T4, ma ha dimostrato di poter girare costantemente sotto 1’43 con gomme nuove. Grande equilibrio alle sue spalle, per un totale di 13 piloti in un secondo. Al quarto posto, Jordi Torres (+0.243) ha riportato in alto l’Aprilia dopo una giornata complicata da qualche problema tecnico insieme a Leon Haslam (5º, +0.347). Segue Chaz Davies (6º, +0.474), protagonista di una scivolata senza conseguenze alla curva 8.

Turno positivo anche per Ayrton Badovini e Matteo Baiocco, rispettivamente settimo e ottavo, a mezzo secondo da Rea. Accesso diretto alla SP1 anche per Sylvain Guintoli e David Salom, mentre il primo degli esclusi è Leandro “Tati” Mercado, undicesimo davanti a Leon Camier, Alex Lowes e Michael Vd Mark. Ancora in difficoltà, invece, Nico Terol e Randy De Puniet, rispettivamente 17º e 18º davanti al nostro Niccolò Canepa.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti