Tu sei qui

SBK, Portimão: Giugliano più forte dell'influenza

"Nonostante la febbre, mi diverto e sono veloce". Promossi gli aggiornamenti tecnici (scarico e forcellone)

Nonostante la febbre alta, Davide Giugliano è apparso in grande forma a Portimão. Il 25 romano si è infatti messo alle spalle la temutissima coppia di Kawasaki ufficiali al venerdì, aggiudicandosi il miglior tempo provvisorio con un 1'43.323. Il saliscendi dell’Algarve sembra esaltare le doti del pilota Ducati, che già lo scorso anno chiuse al secondo posto in Gara Due sotto la pioggia.

“Stiamo lavorando molto bene – ha commentato – Abbiamo fatto delle modifiche che ci hanno portato ad essere più veloci, non solo sul giro secco ma anche per quanto riguarda la distanza in gara. Questo circuito inizia a piacermi…”

Ducati ha anche portato novità tecniche per l’occasione. Oltre a modifiche a forcellone ed altezza della sella, è anche arrivato un nuovo scarico. Le prime impressioni sono positive.

“Posso dire che è un aiuto molto importante soprattutto per quanto riguarda l’erogazione del nostro motore, che adesso è più progressiva, più pulita. Ma abbiamo anche fatto delle modifiche per farmi stare più a mio agio sulla moto. Nonostante l’influenza e la febbre alta, mi sto comunque divertendo e questo mi aiuta ad andare più forte”.

Un po’ meno entusiasta il compagno di squadra Chaz Davies, quarto a +0.453. Il gallese, in ogni caso, tiene sempre qualche carta nel taschino da giocarsi solo alla domenica.

“Non sono ancora soddisfatto di come si comporta l’anteriore della mia moto e dovremo lavorare per fare dei progressi nella giornata di domani, forse provando una gomma diversa – ha dichiarato – Sembra che io debba spingere troppo per fare girare la moto e questo in alcuni punti compromette anche l’uscita delle curve. Non ho ancora provato lo scarico nuovo ma ho testato il forcellone e l’altezza della sella. Quest’ultima non fa molta differenza, mentre il forcellone mi ha dato un po’ più di stabilità”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti