Tu sei qui

SBK, "Se torna Biaggi Haslam dovrà dare più gas"

Albesiano: "Max non ha deciso. La nuova RSV-4 più lenta nelle varianti per colpa del motore più basso"

"Se torna Biaggi Haslam dovrà dare più gas"

In attesa di conoscere l'esito dell'incontro fra Romano Albesiano, Fausto Gresini e Marco Melandri per definire il futuro del ravennate, giustamente demotivato dai risultati ma troppo più lento del compagno di squadra Alvaro Bautista, il capo del reparto corse è già con la testa a Portimao.

A preoccuparlo non è l'esito del mondiale Superbike, saldamente nelle mani di Rea e della Kawasaki, ma alcune questioni sia tecniche che organizzative rimaste in sospeso.

Una di queste è la possibilità che Max Biaggi decida di correre a Misano. Il fuoriclasse romano non ha ancora preso una decisione, ma conoscendolo se lo farà non sarà per fare la comparsa.

La sua presenza, magari vincente, potrebbe destabilizzare la squadra facendo crollare le già poco soddisfacenti prestazioni di Haslam e Torres?

La risposta di Albesiano è spiazzante ed inattesa.

"Se dovesse succedere vorrà dire che Leon dovrà andare in pista e dare più gas! - afferma il tecnico, che prosegue - la nostra presenza in Superbike, quest'anno, per via del contemporaneo debutto in MotoGP va vista sotto un profilo diverso. Volevamo essere presenti con una squadra di un certo livello, e lo stiamo facendo, rimane comunque una stagione differente dalle precedenti dove abbiamo sempre puntato al titolo mondiale".

L'impressione, dall'esterno, è che il potenziale della RSV-4 sia superiore ai risultati ottenuti, ma potrebbe anche essere che l'Aprilia abbia imboccato tecnicamente una strada meno fruttuosa.

"In realtà Biaggi ci ha detto che la moto attuale è meno agile - rivela Albesiano - Secondo lui l'abbassamento di 5 mm del motore la ha resa meno reattiva, una modifica che invece ha fatto molto bene alla versione stradale".

Non sempre però ciò che soddisfa il motociclista sportivo va bene anche per i campioni. La Honda CBR 1000, la più facile delle supersportive, per fare un esempio, è anche la più lenta. E spostandosi in MotoGP il risultato non cambia, con l'eccezione apparente della Yamaha.

Dunque l'Aprilia di Biaggi era una moto più nervosa ed estrema, più racing, quella attuale probabilmente è più facile da guidare a tutti i livelli.

E' anche vero però che la SBK sta cambiando e non deve essere facile per Albesiano gestire lo sviluppo di due categorie così diverse (oggi) come MotoGP e Superbike.

"Alvaro Bautista non è ancora soddisfatto dei risultati, ma da lui abbiamo comunque avuto riscontri positivi. Quelli di Melandri, invece, ci confondono perché qualunque cosa si faccia Marco non riesce a trovarsi a suo agio".

E' escluso comunque, per il momento, un ritorno del numero 33 in Superbike.

"Non sapremmo come gestirlo", la laconica risposta di Albesiano.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti