Tu sei qui

KX450F: Kawasaki rinnova la sua regina

Si rinnova la protagonista del Motocross per il 2016, adottando sospensioni ad aria

Iscriviti al nostro canale YouTube

Che Kawasaki nel mondo del motorsport sia una superpotenza è oramai un qualcosa di assodato. Se da un lato, la verdona di Akashi non è nemmeno presente in Motogp, dall'altro sta dominando in Superbike in questo 2015 - dopo stagioni da protagonista assoluta - oltre a detenere la prima posizione con Sofuoglu in Supersport.

Ma non di sole gare sotto la grande lente mediatica vive Akashi. Già, perchè le verdone dominano anni classiche come il Bol d'Or o i vari campionati nazionali. Tutto questo nelle gare su circuito, ma Kawasaki è grande protagonista anche nell'off-road, dove negli ultimi anni ha legato fortemente il suo nome a piloti del calibro di Pourcel o Villopoto, quest'ultimo volato nel Vecchio Continente per sfidare il nostro Cairoli.

C'è una forte correlazione tra le moto in grado di competere nei campionati internazionali ed i prodotti in vendita. Ecco perchè vi era fermento per la nuova KX450F che, nella sua versione 2016 si evolve e si mette a dieta.

Il propulsore è stato migliorato utilizzando proprio la tecnologia sviluppata dai team Factory con pistone bridged-box. Rivista la testa del cilindro, valvole di aspirazione, fasatura delle camme di aspirazione e scarico.

Anche a livello di elettronica vi è stata una evoluzione con il launch control, connettori DFI plug and play e settaggi regolabili dell'ECU. Ecco inoltre anche il nuovo Calibration Kit, in grado di intervenire sull'elettronica senza utilizzare un computer. Il manubrio è regolabile in quattro posizioni e le pedane in due posizioni. Telaio nuovo, più leggero e con una ciclistica rivista e con una unità ad aria.

Proprio in tema ciclistico, ecco una forcella Showa SFF-Air TAC, realizzata con titanio e alluminio, che permette una dieta di 3,4 kg, portando il peso totale a 108,7 kg. Esteticamente è stata rivista completamente, non discostandosi però dal modello precedente. Ora le plastiche hanno diverse dimensioni ed attacchi. Ultime parole per il verde fluo dela livrea, estremamente accattivante.

 

 

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti