Tu sei qui

Moto3, Mugello: Danny Kent si prende la pole

QP - L'Italia è comunque protagonista con Romano Fenati in prima fila

1'56.615. E' un Danny Kent da record quello che si mostra durante le prove ufficiali di qualificazioni del gran premio del Mugello.

Ed in effetti, a ben vedere, si dice che per esser veloci al Mugello bisogna esser veramente forti e a posto, e chi meglio del capo-classifica, grande dominatore di questo inizio di stagione, poteva rappresentare tale aforisma?

Kent ha abbattuto il record del circuito di tre decimi. Ha atteso le ultime fasi della sessione, ha aspettato e visto gli altri prendersi le prime posizioni, per poi sferrare la zampata vincente. 289 i millesimi di vantaggio sul suo compagno di squadra, il giapponese Hiroki Ono, anche lui sotto il record della pista.

Doppietta per Leopard Racing dunque, davanti ad un Romano Fenati sembrato in forma, sopratutto in vista della gara. Già perchè il portacolori del team VR-46 ha stampato la maggior parte dei suoi migliori tempi tutto da solo, senza sfruttare la scia.

Solo nell'ultimo passaggio veloce, che gli è valso quindi il terzo posto, Fenati ha trovato la scia di Maria Herrera.

Ottimisimo quindi, come sottolineato anche da Pablo Nieto, in vista della gara di domani. Quarta piazza per Karel Hanika (+0.714) che precede di soli 4 millesimi il nostro Niccolò Antonelli.

L'Italiano di casa Honda Ongetta ha mostrato anch'egli una buona qualità prestazionale ma, a ben vedere, è tutta l'Italia che può ben sperare. Già perchè in settima posizione, preceduto da Kornfeil, c'è Enea Bastianini che chiude con 778 millesimi di secondo di ritardo, ma che ha mostrato un ottimo passo di gara con gomme usate. Inoltre, in ottava posizione, ecco Francesco Bagnaia con la Mahindra, la migliore delle Mahindra, staccato di 914 millesimi.

Non contenti, in nona piazza c'è Andrea Locatelli con la seconda Honda del team Gresini, staccato di 936 millesimi. Locatelli è l'ultimo pilota ad avere un ritardo inferiore al secondo, anche perchè in decima troviamo Isaac Vinales a +1.032.

Tredicesima posizione invece per Fabio Quartararo. Il giovane francese si era mantenuto nei piani alti della classifica fino a pochi minuti dal termine, cinque per l'esattezza, quando al Correntaio la forcella a pacco lo ha mandato in terra. Male anche Vazquez, 15esimo.

Gli altri italiani: 24esimo Andrea Migno, 29esimo Stefano Manzi, 30esimo Matteo Ferrari, 32esimo Alessandro Tonucci, 34esimo Anthony Groppi, 35esimo Marco Bezzecchi

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti