Tu sei qui

WSS, Donington: Sofuoglu, pole e record

Supremazia netta del pilota turco che partirà in prima posizione. Caduto alla Redgate Cluzel, terzo

Nella plumbea Donington i lampi di luce, quasi abbaglianti, li regala uno scintillante Kenan Sofuoglu. Il turco leader di campionato, dà sempre più l’impressione di poter disporre a proprio piacimento delle sorti della classifica e del mondiale. Dopo aver chiuso al comando le tre sessioni di prove libere, il pilota del Team Puccetti oggi in qualifica piega il cronometro al suo volere, firmando una pole sul tempo di 1.29”925 che gli vale anche il record della pista, sbriciolando il precedente riferimento appartenuto sino a mezz’ora prima a Sam Lowes , che nel 2013 fermò le lancette su 1.30”276. Ma oltre al tempo record, di Sofuoglu impressiona il gran passo che ha mostrato in ogni uscita qui a Donington Park, costantemente su ritmi record. Per domani , a meno di regali dal meteo, per i suoi avversari sarà dura capovolgere le sorti della gara. Lo sa bene Jules Cluzel, oggi terzo e non oltre  il tempo di 1.30”562, che pur mettendocela tutta, non sembra al momento nelle condizioni di poter impensierire il suo avversario. Colpa di un assetto della sua MV che gli sta dando più di un grattacapo. Una moto che fatica a chiudere le traiettorie, con problemi all’avantreno che rendono difficile pensare ad un Cluzel come favorito per la gara. Problemi che gli sono costati anche una caduta alla Redgate, la prima svolta dopo la linea d’arrivo:” Weekend difficile la parole di Cluzel a fine turno la moto non è costante nel comportamento, con degli alti e bassi, e dobbiamo capire il problema. In questo caso la difficoltà che abbiamo avuto è nel setting dell’avantreno.”

Detto dei due rivali più diretti, in seconda posizione continua la crescita di Kyle Ryde. Il giovane inglese, qui non ha tradito le aspettative del fattore campo e si è posizionato secondo , ma distaccato di oltre 4 decimi (+0.419) dal poleman Sofuoglu, in seconda posizione, dimostrandosi veloce in tutti i turni di prove e confermando, sin qui, un’ottima prestazione. Domani il podio è alla sua portata. Terzo posto quindi Cluzel, davanti alla sorpresa Luke Stapleford con la tre cilindri Triumph 657 che chiude a +0.702 dalla testa dello schieramento. Segue il nostro Lorenzo Zanetti con la seconda MV F3, quinto con il tempo di 1.30”640, davanti allo statunitense PJ Jacobsen (+0.715). Roberto Rolfo è il secondo degli italiani. Con il decimo tempo a 1.351 secondi da Sofuoglu chiude la top ten. A seguire Fabio Menghi (+1.417) in 11esima piazza, mentre Christian Gamarino, Riccoardo Russo e Alex Baldolini chiudono rispettivamente in 14esima, 15esima e 18esima posizione. Sfortuna per Marco Faccani che viene centrato dalla Honda di Kyle Smith e finisce le sue prove al centro medico. Fortunatamente per lui sembra al momento non ci sia nulla di preoccupante e domani partirà dalla 24esima posizione in griglia.

Di seguito l'ordine di partenza per la gara di domani della WSS:




Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti