Tu sei qui

SBK, Donington: Sykes si prende la pole

SP - Seconda piazza per Johnny Rea, davanti a Giugliano. Sei inglesi nei primi sette posti

Nessuno è profeta in patria? Per la Superbike evidentemente tale detto non è dei più azzeccati. Anzi, la terra d'Albione come moto di riscossa per chi cerca ancora un posto in paradiso nel 2015?

Donington potrebbe essere la chiave di volta della stagione di Tom Sykes. Il vice campione del mondo, lo scorso anno qui grande dominatore, ha piazzato un primo tassello nella sua personalissima sfida.

1'27.071 ottenuto con condizioni di tempo variabile e nuvoloso. "Donington è sempre la solita gara per me, è la gara di casa. Sono felice di questa prima posizione. Con Donignton ho un ottimo feeling, ma ho fatto anche dei passi avanti con la moto.Ora ho implementato il rapporto con la moto stessa sia in qualifica che in gara"

Il box in verde comunque ha di che gioire, perchè in seconda piazza c'è Johnny Rea a 237 millesimi di ritardo. Il leader in campionato, e dominatore di questa prima parte di stagione, non è parso soddisfattissimo del proprio livello prestazionale.

Emblematico considerando come stiamo parlando di una seconda piazza. "Effettivamente il feeling non è buono come di solito. Ho dovuto fare dei cambiamenti subito prima della Superpole. Essere secondo va oltre le mie aspettative. Vediamo come andranno i cambiamenti per domani".

Terza posizione per Davide Giugliano che conferma il suo livello prestazionale dal rientro di Imola. L'italiano è l'unico pilota a non essere "figlio della regina" tra i primi sette, segno della selettività di Donington ma al contempo del livello prestazionale inglese di questo 2015.

Il romano non se ne cura troppo e punta ad una gara importante "Si può fare bene domani dai, sicuramente. Questa volta penso di essere più a posto con la gomma da gara che con la gomma da tempo. Forse abbiamo trovato il bandolo giusto. Prima fila qua è importante, perchè la prima curva è un imbuto. La Kawasaki? Sono la moto ed i piloti da battere. Io devo ancora recuperare la forma fisica e fare più gare possibile".

Quarta piazza per uno stoico Haslam che sta correndo con le costole incrinate da Imola. 464 i millesimi di ritardo per il pilota Aprilia, che precede un Alex Lowes più forte della sua Suzuki, ancora con qualche problema di troppo a livello elettronico, ma che nonostante tutto, si permette di chiudere a 483 millesimi dalla vetta. Conferma lo stato di forma Leon Camier, anche se a 940 millesimi dalla vetta.

Il portacolori MV Agusta comunque, dopo già il passo avanti di Imola, ha mostrato un ulteriore step evolutivo a Donington, preceduto da Chaz Davies con la Panigale. Molto buono l'ottavo posto di Matteo Baiocco, anche se vittima di un problema tecnico. L'italiano precede Guintoli, Salom, Badovini e Van der Mark.


CRONACA DELLA SUPERPOLE

Si parte con la Superpole Uno. Protagonisti Torres, Guintoli, salom, De Puniet, Ponsson, Mercado, Ramos, Terol, Canepa e Barragan

- Si lancia subito per primo Guintoli con la Honda Ten Kate. Al primo intertempo sia il campione del mondo che Torres hanno lo stesso split - 19.2 - con De Puniet e Terol ad un decimo.

- Primo passaggio sul traguardo con Guintoli che chiude in 1'29.307, davanti a De Puniet che chiude in 1'29.9

- Arriva però Jordi Torres che stacca un 1'28.748 che lo proietta in vetta. Arriva anche Terol che si prende 997 millesimi di ritardo, chiudendo terzo.

- Secondo passaggio veloce, con Torres che rinuncia al secondo giro veloce e rientra in pit lane.

- Guintoli si avvicina a soli 9 centesimi esatti nel suo secondo giro cronometrato.

- Terzo si inserisce Roman Ramos, davanti a Nico Terol, Leandro Mercado, Salom, De Puniet, Canepa.

- Attenzione però perchè sembra stia scendendo qualche piccola goccia di pioggia

- Si riparte con il secondo run quando mancano cinque minuti al termine. Torres si lancia e ha già due decimi di vantaggio sul suo tempo con 288 millesimi di vantaggio poi al secondo stint, e 208 al terzo.

- David Salom però sorprende tutti: 1'28.643. Prima piazza.

- Torres arriva sul traguardo. Era primo in tutti i settori, ma negli ultimi metri ha trovato parecchio traffico. 46 i millesimi di ritardo dalla vetta. Ora è Guintoli con la Honda a stare fuori. Mercado invece si piazza quarto

- Fuori pista per Randy De Puniet alla curva uno. Il francese, ancora una volta è in crisi.

- Arriva la bandiera a scacchi...e Guintoli piazza la zampata! 1'28.552 e prima posizione. Ora è Torres fuori dalla S2.

- Superpole Uno finita: Guintoli e Salom saranno i protagonisti della Superpole 2. Fuori Torres, Terol, Mercado, Ramos, Ponsson, De Puniet, Canepa, Barragan.


SUPERPOLE 2

- Si parte con la Superpole 2. Rea si porta subito in testa, ma sopravanzato immediatamente da Lowes che si porta in testa con il miglior tempo di 1'28.037.

- Come fosse un trenino, arrivano tutti i protagonisti: Sykes è secondo a 24 millesimi, Giugliano è l'unico italiano - terzo - a portarsi in mezzo ad cumulo di sei piloti inglesi.

- Già perchè poi arriva Davies e si porta terzo

- Grande secondo giro lanciato di Alex Lowes che chiude in 1'27.670: 391 millesimi a Sykes, ma è probabile che il pilota Suzuki abbia usato la gomma da qualifica

- Rientrano i protagonisti per montare la seconda gomma. Lowes davanti a Sykes, Davies, Giugliano, Haslam, Rea, Camier settimo con la MV Agusta, Badovini ottavo davanti a Guintoli e Van der Mark. Undiesimo Baiocco davanti a David Salom

- Nel frattempo Van der Mark a 8 minuti dal termine supera Guintoli nella lotta in casa

- 4 minuti al termine e si inizia a tirare. Baiocco segue Giugliano e potrebbe ottenere dei benefici, mentre il romano si lancia.

- ottima prestazione per Baiocco che con la gomma da tempo si porta in quinta piazza: 1'28.224

- Haslam transita sul traguardo in 1'27.535 e si prende la Pole. Niente da fare per Lowes che arriva a soli 19 millesimi

- La gomma da tempo non dovrebbe dare tutto questo vantaggio in realtà.

- Grande prestazione di Giugliano che chiude in prima piazza momentanea: 1'27.344

- Il romano però non ha fatto i conti con un Tom Sykes scatenato: 1'27.071

- Rea si insedia in seconda posizione a 237 millesimi.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti