Tu sei qui

SBK, FP2: Sykes al comando, Giugliano lo bracca

A Donington classifica corta con 10 piloti in 9 decimi. Rea è 3° davanti a Badovini

E’ scontro Gran Bretagna contro Italia a Donington, dove si è concluso il secondo turno di prove libere della giornata. I piloti di Sua Maestà sono i dominatori della stagione, ma gli azzurri stanno riprendendo quota. Così nelle prime quattro posizioni si chiude in pareggio e si perde solo ai punti se si guardano i primi otto piloti classificati.

Incominciamo col dire che il più veloce è stato Tom Sykes che vuole cambiare volto alla sua stagione nella pista di casa. Il pilota della Kawasaki ha chiuso la sessione al primo posto facendo segnare il tempo di 1’28”547. Alle sue spalle c’è Davide Giugliano che sta facendo passi da gigante dopo l’infortunio che l’ha tenuto lontano dalle gare. La sua Ducati è seconda a soli 0”155 da Sykes.

Prima fila virtuale anche per Rea, anche se Jonathan ha piazzato il tempo buono solo sul finale e ha soffiato la posizione ad Ayrton Badovini. Il pilota della BMW è comunque a meno di due decimi dal primo posto.

Quinta è l’altra Panigale, quella di Chaz Davies, che precede la ottima MV di Camier (che era stato primo nel turno del mattino). A Donington non sfigura neanche la Suzuki, al 7° posto con Alex Lowes, protagonista anche di una caduta. Alle sue spalle c’è Matteo Baiocco, che si è tenuto dietro la Honda di Van der Mark.

Male l’Aprilia, Leon Haslam ha patito lo spegnimento del motore e in via precauzionale è stato preferito cambiarlo. Il britannico è 10°, ma il suo distacco da Sykes è inferiore ai 9 decimi, segno di una classifica molto corta.

Fuori dai 10 invece Guintoli (11°) e Torres (12°). Niccolò Canepa è19° con un distacco importante dai primi.

I TEMPI

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti