Tu sei qui

Moto2 monomarca anche oltre il 2018

FIM e Dorna alla ricerca di un nuovo fornitore unico oltre il triennio Honda 2016-2018

Chi sperava che la Moto2 potesse evolversi dopo il 2018, quando cioè scadrà il (nuovo) contratto di fornitura dei motori CBR 600 che la Dorna ha con la Honda, può tranquillamente mettere una pietra sopra questo sogno.

Oggi infatti è arrivato l'annuncio ufficiale che la FIM e Dorna stanno già cercando un altro FORNITORE UNICO per la classe dal 2019 in avanti.

Si legge nel comunicato:

In seguito all'annuncio che la Honda Racing Corporation continuerà ad essere il fornitore ufficiale di motori per la Moto2 per i prossimi tre anni - dal 2016 alla fine del 2018 - la FIM e la Dorna inizieranno a parlare con altri potenziali candidati a prendere il posto della Honda a partire dal 2019.

L'obiettivo di queste prime consultazioni sarà quello di avere un riscontro dalla case sui valori chiave della moto2: accessibilità economica ed affidabilità dei motori.

La FIM e la Dorna ascolteranno e discuteranno con le case interessate sino alla fine della stagione, in modo da eleggere il fornitore di motori ufficiali per la Moto2 dal 2019 in avanti.

Ciò significa che la Moto2 rimarrà, sostanzialmente, un monomarca, quale è ora. Il problema non è solo la pochezza tecnica della categoria, che potrebbe migliorare con l'arrivo di un propulsore più moderno (quale?), quanto che con un unico fornitore non ci sarà competizione e di conseguenza nessuna promozione della classe. Cosa che non si poteva quando era la Aprilia a dominare la categoria.

Peccato, si tratta di una occasione persa per rendere interessante anche dal punto di vista del marketing e della comunicazione la Moto2 perlomeno quanto lo è Moto3 che grazie alla presenza di Honda, KTM e Mahindra (ed Husqvarna).

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti