Tu sei qui

Aprilia RSV-4: I due lati oscuri della forza

VIDEO - Un pilota, un tester. A Misano Adriatico abbiamo messo alla frusta la nuova RSV-4 RF

Iscriviti al nostro canale YouTube

Due mondi che si fondono, due lati oscuri della stessa forza. Un giornalista-tester, un pilota-giornalista. Sopra ogni altra cosa, una moto. Una Superbike. Oggi facciamo convergere due mondi che si guardano, si incrociano spesse volte, ma che partono da due basi differenti. Come dire.... Guns 'n' Roses o Metallica, Beatles o Rolling Stones, Deep Purple o Led Zeppelin...l'importante è fare buona musica. E oggi, l'importante è far suonare fino in fondo questo quattro cilindri a V...

- Certo, a vederla, nonostante proiettori e tutto ciò che serve per essere omologato, ha tutte le sembianze di una moto da corsa. E uno smartphone che fa da computer con un'Ap. Ecco, quest'ultima cosa mi incuriosisce...come son riusciti a far gestire un'elettronica da Motogp con uno smartphone...

- Sono curioso: mai come quest'anno, con 1299, R1, BMW l'asticella si è alzata. Ora anche lei si è adeguata: 201 cavalli e 115 Nm di coppia.

- Piccola è piccola, sembra corta, rastremata. Diretta, filante. Anche a salirci in sella mi ricorda le Superbike che avevo provato a Jerez de la Frontera.

- Questa l'ho provata fin dal suo esordio nel 2009. Pensa, era anche un test segreto a Noale, insieme ad un collaudatore Aprilia. Vediamo oggi quanto è migliorata

- Gli ingegnieri Aprilia mi hanno sistemato il loro setting sviluppato per Misano tramite l'app su smartphone. Traction livello 3 su tutte le curve tranne doppia del Rio, Quercia e Carro con Tracion livello 2.Poi, in caso, gioco con la cloche a lato sul manubrio.

- Tre minuti alla bandiera verde. Guanti, casco e cerchiamo di capire quanto è progredita questa RSV-4 RF!

- Prima piena, chiudo la traiettoria della seconda del Rio, mi aiuto con il corpo, con il gomito per farla girare ancora meglio. Ecco, la sento mia questa Aprilia che ha necessità di essere portata. Così lei ti aiuta, ti incanala al meglio. Non vuole sussulti. Subito sinistra subito, mentre intanto infilo la seconda. La gestione del gas in mano è un qualcosa di assolutamente diretto, chiaro. Uno sguardo al cronometro mentre apro tutto: terza, quarta tutta... (QUI il test completo del tester)

- Alla prima “S” dopo l’uscita dei box ritroviamo subito quelle sensazioni di leggerezza e precisione che solo Aprilia ci aveva fatto provare in passato. È veloce a scendere in piega (solo Ducati le somiglia), ma un’ottima gestione del freno motore consente di rallentare senza sbavature (QUI il test completo del pilota)

I due lati oscuri della forza hanno offerto il loro verdetto. La nuova Aprilia RSV-4 RF è riuscita a migliorarsi ancora di più, ancora una volta. L'affinamento elettronico, la potenza maggiore, le doti ciclistiche, la rendono come una delle più forti contendenti allo scettro di regina delle Superbike di serie.




SCHEDA TECNICA APRILIA RSV-4 RF

Tipo motore: Aprilia 4 cilindri a V longitudinale di 65°, 4 tempi, raffreddamento a liquido, distribuzione bialbero a camme (DOHC), quattro valvole per cilindro

Carburante: Benzina Senza Piombo

Alesaggio e corsa: 78 x 52.3 mm

Cilindrata totale: 999.6 cc

Rapp. di compressione: 13.6:1

Potenza max all'albero: 201 CV (148 kW) a 13.000 giri/min

Coppia max all'albero: 115 Nm a 10.500 giri/min

Alimentazione: Airbox con prese d’aria dinamiche frontali. Cornetti di aspirazione ad altezza variabile controllati da centralina controllo motore; 4 corpi farfallati Marelli da 48 mm con 8 iniettori e gestione Ride-by-Wire di ultima generazione.

Multimappa selezionabile dal pilota in marcia: T (Track), S (Sport), R (Race)

Accensione: Elettronica digitale Magneti Marelli integrata nel sistema di gestione motore, con una candela per cilindro, bobine tipo “stick-coil”

Avviamento: Elettrico

Scarico: Schema 4 in 2 in 1, due sonda lambda, mono silenziatore laterale con valvola parzializzatrice comandata dalla centralina gestione motore e catalizzatore trivalente integrato (Euro 3)

Generatore: Volano con magneti alle terre rare da 450 W

Lubrificazione: A carter umido con radiatore olio/aria, doppia pompa olio (lubrificazione e raffreddamento)


Cambio: Estraibile a 6 rapporti

1°: 39/15 (2.600)

2°: 33/16 (2,063)

3°: 34/20 (1.700)

4°: 31/21 (1.476)

5°: 31/23 (1.348)

6°: 34/27 (1.259)

Comando cambio con sistema elettronico Aprilia Quick Shift (aQS)

Frizione: Multidisco in bagno d’olio con sistema antisaltellamento meccanico

Trasmissione primaria: A ingranaggi a denti dritti e parastrappi integrato, rapporto di trasmissione: 73/44 (1.659)

Trasmissione secondaria: A catena: Rapporto di trasmissione: 41/16 (2.5625)

Gestione della trazione: Sistema aPRC (Aprilia Performance Ride Control) che comprende controllo di trazione (aTC), controllo di impennata (aWC), controllo di partenza (aLC) tutti settabili e disinseribili indipendentemente

Telaio: Telaio in alluminio a doppia trave con elementi fusi e stampati in lamiera.

Regolazioni previste:

• posizione e angolo cannotto di sterzo

• altezza motore

• altezza perno forcellone

Ammortizzatore di sterzo: Öhlins regolabile

Sospensione anteriore: Forcella Öhlins Racing, con trattamento superficiale TIN. Piedini forgiati in alluminio ribassati per fissaggio pinze radiali. Regolabile in precarico molle, estensione e compressione idraulica. Escursione ruota 120 mm

Sospensione posteriore: Forcellone a doppia capriata in alluminio; tecnologia mista di fusione a basso spessore e lamiera. Monoammortizzatore Öhlins Racing con piggy-back completamente regolabile in: precarico molla, lunghezza interasse, idraulica in compressione ed estensione. Biellismo progressivo APS. Escursione ruota 130 mm.

Freni

Ant: Doppio disco diametro 320 mm flottante con pista frenante in acciaio inox alleggerito e flangia in alluminio con 6 nottolini. Pinze Brembo M430 monoblocco a fissaggio radiale a 4 pistoncini ? 30 mm contrapposti. Pastiglie sinterizzate. Pompa radiale e tubo freno in treccia metallica

Post: Disco diametro 220 mm; pinza Brembo a 2 pistoncini isolati ? 32 mm. Pastiglie sinterizzate. Pompa con serbatoio integrato e tubo in treccia metallica

ABS Bosch 9MP, regolabile su 3 mappe, dotato di strategia RLM (Rear wheel Lift-up Mitigation) e disinseribile.

Cerchi: forgiati in lega d’alluminio, completamente lavorati, a 5 razze sdoppiate.

Ant: 3.5”X17”

Post: 6”X17”

Pneumatici: Radiali tubeless.

ant: 120/70 ZR 17

post: 200/55 ZR 17 (in alternativa 190/50 ZR 17; 190/55 ZR 17)

Peso a secco: 180 kg*

Serbatoio: 18,5 litri (4 di riserva)

* Peso dichiarato a secco, senza batteria e senza liquidi.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti