Tu sei qui

CIV, Vallelunga, Pirro cala il tris:”Ora la MotoGP”

Gara 2 - Tre vittorie su quattro gare per il pilota Ducati che prepara il ritorno in top class al Mugello

Quarta gara disputata e terza vittoria per Michele Pirro. Per il pilota Ducati questa stagione del Campionato Italiano comincia ad assumere i contorni del dominio. E senza lo stop di Gara 1 a Misano, quando la moto lo piantò all’ultimo giro mentre era in testa con largo margine, a quest’ora si parlerebbe di poker perfetto. I suoi avversari per adesso sembrano inermi, con la Ducati numero 51 che assomiglia a un rullo schiacciasassi. Anche se le provano tutte pur di spezzare il suo ruolino di marcia, come fatto oggi da Fabrizio Perotti che è riuscito, con un sorpasso al Tornantino nel corso del primo giro, a mettere lo scarico della sua BMW davanti alla Panigale targata Barni. Il tutto però è durato l’arco di quattro giri, quando Pirro ricama il contro sorpasso al veloce “Curvone”. Tornato al comando ha imposto il suo forcing distaccando il comunque ottimo Perotti  e presentandosi sul traguardo successivo con più di un secondo di vantaggio. Da questo momento è stata una cavalcata solitaria verso la terza affermazione che, oltre a consolidarne la prima posizione in campionato, lo mette nelle condizioni di preparare al meglio il suo rientro in MotoGp come wildcard , tra due settimane al Mugello:” Oggi è stata durale parole di Pirro a fine gara a causa del gran caldo e le gomme che hanno iniziato a scivolare. Questo da un lato è stato un bene perché mi ha consentito di testare una situazione che probabilmente troverò in MotoGp a fine maggio”. Un rientro nella massima categoria che Michele aspetta con ansia.” Sicuramente sarà bello poter ritornare e non vedo l’ora.

Detto della prima posizione, Gara 2 di Vallelunga (QUI per Gara 1), oltre al secondo posto di Perotti che si conferma come diretto inseguitore del leader di classifica, consegna il primo podio nella SBK per la Yamaha R1 che con il francese Jeremy Guarnoni agguanta un risultato che rappresenta un passo importante per la crescita della nuova 4 cilindri di Iwata:”Siamo sicuramente più vicini ai primile parole del pilota del team Trasimeno - ma la moto ha bisogno di crescere. L’elettronica ancora non è a punto, con difficoltà soprattutto nella gestione del TC. Anche la potenza, pur se di poco, non è a livello delle moto migliori, ma lo sviluppo procede bene e fortunatamente tra mondiale e CIV abbiamo tante gare per poterci migliorare”.

Dietro Guarnoni troviamo Roberto Tamburini su BMW, secondo ieri ed oggi quarto e calato nel finale dopo aver occupato a lungo la terza posizione.

In classifica Pirro comanda con 75 punti davanti a Perotti a quota 58 e Goi, oggi ritirato e fermo a 48.

Moto3 - Dominio stavolta, dopo lo stop di ieri, per Marco Bezzecchi che ha tagliato il traguardo in solitaria, distanziando gli avversari già dalle prime battute. Dietro di lui lotta a quattro per i due posti sul podio, con Edoardo Sintoni che si impone in volata sull’ottimo Dennis Foggia, entrambi al primo podio in categoria dopo il passaggio dalla preMoto3. Giù dal podio troviamo Fabio Di Giannantonio, leader di campionato fino alla gara di oggi a vantaggio di Bezzecchi che ora comanda la classifica con un punto di vantaggio sul rivale.

In SS vittoria per Massimo Roccoli su MV davanti a Stefano Cruciani con la Kawasaki del team Puccetti e Marco Bussolotti anche lui sulla “verde” giapponese. In classifica Roccoli comanda con 33 punti di vantaggio su Cruciani.

Aggiornamento: in sede di verifiche la MV di Roccoli è stata squalificata, la vittoria è stata assegnata quindi a Stefano Cruciani, terzo Diego Giugovaz.

Tra i giovanissimi della preMoto3 nuove affermazioni per Celestino Vietti Ramus che trionfa nella 4T, e di Alessandro Taccini. Il pilota, seguito da Michel Fabrizio, fa anche lui doppietta nella categoria riservata alle 2T.

Il prossimo appuntamento per il piloti del CIV sarà al Mugello dal 13 al 14 giugno.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti