Tu sei qui

Moto2, Le Mans: Tito Rabat si conferma

FP2 - Lo spagnolo precede Luthi e Luis Salom. Migliore degli italiani Morbidelli, decimo

Che Tito Rabat abbia una gran voglia di rivalsa dopo un inizio di campionato al di sotto delle aspettative, è sotto gli occhi di tutti. Il campione del mondo è arrivato a Le Mans con la ferrea volontà di conquistare il primo alloro del 2015 ed ha letteralmente martellato un ritmo costante e velocissimo per tutta questa seconda sessione di prove libere.

Invero il suo miglior crono, 1'37.625, è il più veloce, ma di soli 82 millesimi nei confronti di Thomas Luthi, ma è la costanza che ha mostrato lo spagnolo quella che fa ben sperare il team Marc VDS in vista di domenica.

Come detto dunque, secondo Luthi, che precede Luis Salom - finalmente ai piani alti - di 169 millesimi, davanti al leader in campionato e idolo di casa Johann Zarco.

Quattro Kalex ai primi quattro posti dunque, con solo Sam Lowes e Julian Simon in grado di interrompere tale egemonia. Il primo si porta in quinta posizione, staccato di 343 millesimi, il secondo è settimo a 771.

Nel mezzo spunta Alex Rins, che risale la china dopo le brutte prove della mattinata. Il rookie della compagine di Pons, ha puntato al passo di gara, avendo stabilito oltretutto il suo miglior crono al decimo passaggio su un totale di ventidue.

In tema di 'risalite' non possiamo fare a meno di citare il nostro Franco Morbidelli, che chiude questa sessione in decima piazza. Come spiegato dal suo capo tecnico Aligi Deganello, il portacolori Italtrans aveva seri problemi all'anteriore in mattinata, evidentemente risolti. 1'38.420 il riferimento dell'italiano, a 795 millesimi dalla vetta.

In casa Italtrans si può essere soddisfatti dei progressi del pomeriggio, vedendo anche il balzo in avanti di Mika Kallio, 12esimo a 837 millesimi dalla vetta, a precedere Simone Corsi (+0.855).

Diciannovesima piazza invece per Lorenzo Baldassarri, staccato di 1.397. Ultime considerazioni sull'asfalto che, per via della pioggia caduta ieri, per il tipo di grip e per la temperaura ha portato a diverse cadute, fortunatamente senza gravi conseguenze.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti